fbpx
Home NBAMercato NBA Blazers, C.J. McCollum rinnova per tre anni e 100 milioni di dollari

Blazers, C.J. McCollum rinnova per tre anni e 100 milioni di dollari

di Michele Gibin

Blazers, rinnovo triennale per la star C.J. McCollum, il prodotto di Lehigh firmerà un’estensione per 100 milioni di dollari complessivi.

A riportare la notizia è Adrian Wojnarowksi di ESPN, il precedente contratto di McCollum sarebbe scaduto tra due anni, nell’estate 2021. I Portland Trail Blazers blindano dunque le due star della squadra, i contratti di McCollum e di Damian Lillard scadranno tra 2024 e 2025, dopo l’estensione contrattuale al massimo salariale da 196 milioni di dollari per Lillard.

Estate ricca di movimenti di mercato per Neil Olshey ed i Trail Blazers, iniziata con la trade che nei giorni precedenti il draft NBA aveva spedito l’ala Evan Turner agli Atlanta Hawks in cambio di Kent Bazemore, e proseguita con il rinnovo di Rodney Hood, rivelazione degli scorsi playoffs, e l’addizione dell’ala croata Mario Hezonja.

Dal draft 2019 è arrivata l’ala da North Carolina Nassir Little, ed assieme ai rinnovi delle star Lillard e McCollum l’operazione di mercato più importante per i Blazers è stata la trade che ha portato in Oregon il lungo Hassan Whiteside, in cambio di Moe Harkless e Meyers Leonard finiti ai Miami Heat.

Nei giorni scorsi è invece arrivata la firma del veterano Pau Gasol, che andrà a completare il reparto lunghi agli ordini di coach Terry Stotts (rinnovo contrattuale anche per lui) assieme a Whiteside, Zach Collins, Anthony Tolliver e Skal Labissiere, in attesa del rientro di Jusuf Nurkic.

C.J. McCollum ha vinto nel 2016 il premio di giocatore più migliorato della stagione, ed ha chiuso la sua annata 2018\19 a 21 punti e 4 rimbalzi di media a partita in 33.1 minuti d’impiego a gara, rendimento salito sino ai 24 punti e 5 rimbalzi a gara in 16 partite di playoffs.

I Portland Trail Blazers cercheranno di difendere il terzo posto nella Western Conference conquistato nella scorsa stagione, chiusa con la prima partecipazione alle finali di conference dal lontano 2000. Los Angeles Lakers e Los Angeles Clippers, rinforzatesi in estate, si aggiungeranno ai rivali Denver Nuggets, Houston Rockets e Golden State Warriors.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi