fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsCleveland Cavaliers Cleveland Cavs, Rockets e Pelicans sulle tracce di J.R. Smith?

Cleveland Cavs, Rockets e Pelicans sulle tracce di J.R. Smith?

di Michele Gibin

Continua la “svendita” in casa Cleveland Cavs, che in sole due settimane hanno accolto il desiderio di cambiare aria di alcuni dei reduci dell’ultima campagna targata LeBron james.

Kyle Korver ha fatto ritorno nello Utah, già visitato tra 2007 e 2010 dal prodotto di Creighton. In cambio di Korver è arrivato a Cleveland Alec Burks, guardia tiratrice con tanti punti nelle mani, e con – soprattutto – un contratto da 11 miloni di dollari in scadenza a giugno.

A Milwaukee è invece finito George Hill, assieme a Sam Dekker (poi dirottato a Washington). Cleveland ha accolto il contratto di John Henson ed il mai dimenticato ex Matthew Dellavedova.

Nei Cleveland Cavs in piena rifondazione, nessuno può sentirsi al sicuro (tranne il rookie Collin Sexton, il capitano e leader dello spogliatoio Tristan Thompson, Cedi Osman e – forse – Larry Nance Jr).

Non è al sicuro Kevin Love, attualmente infortunato e non pronto prima di gennaio. Al momento, uno scenario che veda l’ex UCLA spedito altrove appare improbabile, ma mai dire mai.

Cleveland Cavs, J.R. Smith il prossimo a partire?

 

J.R. Smith, come Love e Thompson campione NBA nel 2016, è ai margini della squadra, dopo aver di fatto “sbugiardato” (come se ci fosse stato qualcosa da sbugiardare…) le vere intenzioni del duo Gilbert-Altman sugli obiettivi di stagione per i Cleveland Cavs (mettere le mani su Zion Williamson\R.J. Barrett). Smith è oggi fuori squadra, si allena per conto suo ed ha reso noto che non accetterà una risoluzione del suo contratto.

J.R. Smith. 33 anni, è al terzo anno di un quadriennale da 57 milioni di dollari complessivi. Un contratto pesante, la giusta gratifica per un giocatore protagonista della corsa al titolo NBA 2016. L’ultimo anno del contratto dell’ex Denver Nuggets sarà solo parzialmente garantito, come riportato da Kevin O’Connor di The Ringer.

I Cleveland Cavs tenteranno di muovere Smith prima della trade deadline del 7 febbraio. L’obiettivo di Altman è ottenere scelte future e contratti in scadenza, e solo in caso di mancata trade il contratto di J.R. sarà con ogni probabilità risolto consensualmente.

Negli ultimi giorni è stato riportato di un interesse di New Orleans Pelicans e Houston Rockets per Smith. I Pelicans si giocheranno da qui all’estate 2020 la partita della vita: convincere Anthony Davis a rimanere in Louisiana. Per farlo, i Pels hanno un disperato bisogno di raggiungere la post-season, e per raggiungere la post season i Pels hanno un disperato bisogno di punti ed esperienza in uscita dalla panchina (New Orleans è al momento la terz’ultima squadra della lega per bench points).

Gli Houston Rockets stanno cercando con ogni mezzo di ritrovare loro stessi. Le sconfitte stanno minando l’unità d’intenti così sapientemente costruita l’anno scorso, e l’eliminazione ad un Chris Paul di distanza in gara 7 delle finali della Western Conference dei passati playoffs pesa come un macigno.

Carmelo Anthony è andato, Michael Carter-Williams e Marquese Chriss non sono mai davvero arrivati a Houston, e Brandon Knight (che potrebbe essere pronto tra un paio di settimane) non gioca da più di un anno.

Un J.R. Smith motivato potrebbe essere di grande aiuto per D’Antoni, un giocatore in grado di far rifiatare James Harden e giocare di fianco ad Eric Gordon, allargando il campo. Sia Rockets che Pelicans potrebbero mettere assieme il pacchetto necessario a prelevare Smith da Cleveland, sebbene è possibile che possano aspettare il “mercato degli svincolati” che si aprirà imediatamente dopo la deadline del 7 febbraio.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi