Kawhi Leonard no alla player option, "considera" la permanenza a Toronto
141741
post-template-default,single,single-post,postid-141741,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Kawhi Leonard no alla player option, “considera” la permanenza a Toronto

Lowry su Leonard e il futuro

Kawhi Leonard no alla player option, “considera” la permanenza a Toronto

Kawhi Leonard rinuncia alla player option da 21.3 prevista sull’ultimo anno del suo contratto, sarà ufficialmente free agent a partire dal prossimo 30 giungo.

Leonard sarà eleggibile per un quinquennale da circa 190 milioni di dollari con i Raptors freschi campioni NBA, per un quadriennale da circa 141 milioni di dollari complessivi altrove. Come riportato da Chris Haynes di Yahoo Sports, Kawhi starebbe prendendo “in seria considerazione” l’ipotesi di rifirmare con Toronto.

Oltre ai Raptors, altri squadre saranno sulle piste del due volte MVP delle finali NBA, tra cui i Los Angeles Clippers. A Los Angeles, sulla Interstate 5 a circa 10 miglia dallo Staples Center sono recentemente apparsi dei cartelloni, dei “billboard” che invitano – alla maniera del film “Three Billboards outside Ebbing, Missouri” – Kawhi Leonard a fare ritorno nella natìa California in estate.

I Los Angeles Clippers si detti “estranei” all’iniziativa, come riportato da Ohm Youngmisuk di ESPN.

Masai Ujiri, presidente ed artefice dei Toronto Raptors campioni NBA, offrirà con ogni probabilità il massimo in termini di durata alla sua superstar, un quinquennale con una formula 4+1 (player option sull’ultimo anno di contratto) per fare dell’ex Spurs il volto della franchigia canadese.

Kawhi Leonard, il compagno Danny Green: “Se rimarrà? Penso di si”

In estate i Raptors dovranno affrontare la free agency di Danny Green, prezioso uomo squadra e giocatore tra i più vicini a Leonard. E’ possibile che il suo rinnovo rimanga una condizione preferibile – se non imprescindibile – per Kawhi. Marc Gasol dovrà decidere se esercitare la player option da 25.5 milioni di dollari prevista sull’ultimo anno del suo contratto, ed è probabile che il giocatore catalano sfrutti tale opportunità.

le conferme di Green, Gasol e l’eventuale nuovo contratto al massimo salariale di Kawhi Leonard impegneranno i Toronto Raptors per oltre 140 milioni di dollari complessivi in salari. Un payroll destinato però ad abbattersi a partire dal 2020, col le scadenze dell’ex Grizzlies Marc Gasol, di Kyle Lowry e Serge Ibaka, ossatura della squadra da titolo 2019 agli ordini di coach Nick Nurse.

Città e tifosi hanno fatto la loro parteCosì Danny Green a Julia Kreuz di SportsNetLa franchigia ha fatto la sua parte, sarà davvero difficile lasciare tutto così. Una grande quadra e una città e dei tifosi ai tuoi piedi, disposti a darti qualsiasi cosa per di farti rimanere qui (…) non quante siano le percentuali di probabilità che (Kawhi Leonard, ndr) rimanga, ma so che sono alte, sicuramente più alte rispetto a quelle di una sua partenza“.

Un momento sportivamente delicato per la comunità di Toronto. Tanto cruciale da spingere le autorità cittadine – costituite o “di fatto” – a diramare appelli per indurre la popolazione a lasciare in pace Kawhi leonard nei giorni che precederanno i colloqui e la sua decisione.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment