fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsHouston Rockets Rockets, P.J. Tucker a caccia del rinnovo di contratto

Rockets, P.J. Tucker a caccia del rinnovo di contratto

di Dennis Izzo

Dopo l’uscita di scena al secondo turno coi Lakers, i Rockets sono già al lavoro per programmare presente e futuro. Sul taccuino del general manager Daryl Morey, recentemente confermato dal proprietario Tilman Fertitta, figurano non soltanto i nomi degli obiettivi per rinforzare la squadra, tra imminenti free agent o giocatori ottenibili via trade, ma anche quelli di alcuni giocatori che si avvicinano alla scadenza del contratto.

Da questo punto di vista, Houston è relativamente tranquilla, almeno per la prossima stagione: eccezion fatta per Jeff Green, Tyson Chandler, Thabo Sefolosha, Bruno Caboclo, DeMarre Carroll e Luc Mbah a Moute (di questi, l’unico utilizzato con regolarità nel corso della stagione risulta il primo), tutti destinati a diventare unrestricted free agents, tutti gli altri giocatori del roster sono sotto contratto per il 2020\21. Tra chi si avvicina alla scadenza, però, vi è anche un tassello fondamentale del mosaico dei Rockets, ossia PJ Tucker.

Rockets, PJ Tucker è all’ultimo anno di contratto

Quest’ultimo, approdato in Texas nell’estate 2017 con un quadriennale da 32 milioni di dollari, è riuscito a ritagliarsi un ruolo di primo piano nel triennio trascorso alla corte di Mike D’Antoni, scalzando in poco tempo Ryan Anderson e diventando un titolare indiscusso nella sua prima stagione in quel di Houston, conclusa col miglior record nella storia della franchigia (ben 65 vittorie e appena 17 sconfitte) e una sconfitta al fotofinish in gara 7 con i Golden State Warriors nelle finali di Conference.

35 anni compiuti lo scorso 5 maggio, Tucker non ha mai saltato una partita da quando è arrivato a Houston, giocando tutte le 236 gare di regular season e le 40 di playoffs, con medie di 6.8 punti, 6 rimbalzi, 1.2 assist e 1.2 recuperi col 40% dal campo e il 37% da dietro l’arco in 32 minuti per gara in stagione regolare e 9.3 punti, 7 rimbalzi, 1.5 assist e 1.1 palle rubate col 45% al tiro e il 43.2% dalla lunga distanza in 35.2 minuti per partita in post-season. La sua striscia di 241 presenze in regular season è la più alta tra i giocatori attualmente in attività.

Il nativo di Raleigh ha un altro anno di contratto coi Rockets a poco meno di 8 milioni di dollari. L’età del giocatore e la durata del suo contratto porterebbero a pensare che la sua esperienza a Houston stia per giungere al termine, ma Tucker non ha alcuna intenzione di lasciare la franchigia. Nonostante lo scorso febbraio i Rockets gli abbiano garantito il contratto per la stagione 2020\21, infatti, il numero 17 spera da tempo di poter firmare un nuovo accordo. Dopo esserci andato vicino lo scorso anno, questa offseason sarà la volta buona per l’ex Suns e Raptors?

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi