fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsGolden State Warriors Warriors-Timberwolves, c’è l’accordo: Russell a Minnesota, Wiggins a Golden State

Warriors-Timberwolves, c’è l’accordo: Russell a Minnesota, Wiggins a Golden State

di Francesco Schinea

I Golden State Warriors ed i Minnesota Timberwolves hanno raggiunto l’accordo per una trade che coinvolge D’Angelo Russell e Andrew Wiggins.

Come riportato da Adrian Wojnarowski di ESPN, gli Warriors ricevono Wiggins, una prima scelta protetta del 2021 e una seconda scelta 2022, mentre a Minnesota andranno Russell, Jacob Evans e Omari Spellman.

Si conclude così dopo pochi mesi l’avventura a San Francisco di D’Angelo Russell, a lungo ricercato dalla dirigenza dei Timberwolves (e dei New York Knicks) in questa sessione di mercato.

L’ex giocatore dei Brooklyn Nets ha disputato 33 match in stagione, realizzando 23.6 punti e 6.2 assist di media a partita. Il n°0 ha firmato nel corso dell’ultima free agency un contratto quadriennale da 117 milioni di dollari complessivi, e dovrebbe dunque diventare free agent solo nel 2022/23.

Stessa data di scadenza anche per quanto concerne il contratto di Andrew Wiggins che, come riportato da Bobby Marks, percepirà 27.5 milioni di dollari fino al termine della stagione in corso.

L’ormai ex giocatore di Minnesota è stato protagonista di una buona prima parte di stagione, concludendo l’avventura a Minneapolis con 22.4 punti e 5.2 rimbalzi di media a partita.

Uno scambio, quello Russell-Wiggins, che era nell’aria, stando ai rumors delle scorse ore, e che potrebbe certamente rivelarsi vantaggioso per entrambe le franchigie.

Da una parte, gli Warriors si liberano del problema di sovrabbondanza nel ruolo di point-guard, avendo a roster Stephen Curry, continuano a collezionare scelte al draft e ottengono un giocatore di buon livello. I Timberwolves riescono invece ad affiancare finalmente un giocatore con le qualità di D’Angelo Russell a Karl-Anthony Towns.

La mossa di Warriors e Timberwolves va comunque considerata a lungo termine, visto che entrambe occupano le posizioni di coda della Western Conference.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi