fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Clippers Leonard in campo con la maschera protettiva, i Clippers battono Portland: “Mi chiamano Leatherface”

Leonard in campo con la maschera protettiva, i Clippers battono Portland: “Mi chiamano Leatherface”

di Francesco Schinea

Un ritorno in grande stile per Kawhi Leonard, che è sceso in campo con una maschera protettiva e ha guidato i Los Angeles Clippers alla vittoria contro i Portland Trail Blazers. Il due volte MVP delle Finals aveva saltato le ultime due sfide della sua squadra a causa dei postumi di uno scontro fortuito con Serge Ibaka, che gli aveva procurato un profondo taglio al labbro inferiore.

La maschera protettiva non sembrerebbe aver inciso particolarmente sul gioco di Kawhi Leonard, autore di 28 punti e 7 assist nel 128-105 finale dei suoi Clippers. Nel post-partita non sono però mancate parole forti nei confronti dei suoi compagni di squadra, responsabili della sconfitta di 51 punti contro i Dallas Mavericks pochi giorni fa: “Hanno semplicemente giocato un basket terribile”.

Ben più positiva invece la prestazione dei losangelini nella sfida della scorsa notte. Oltre alla prova di Leonard e alla tripla doppia sfiorata da Paul George, va sottolineato come la difesa sia riuscita a contenere Damian Lillard. la star dei Portland Trail Blazers ha tirato con il 21% del campo (0 su 8 da tre punti), realizzando 14 dei suoi 20 punti dalla lunetta.

Dopo un inizio non ottimale, Leonard è salito in cattedra nel terzo periodo di gioco, segnando 16 punti che hanno contribuito a tenere a distanza i Blazers. “Ho pensato subito, soprattutto nel primo tempo, che fosse un po’ stanco, un po’ senza fiato”, ha detto coach Tyronn Lue a ESPN. “Nel terzo periodo ho pensato che avesse iniziato ad attaccare il pitturato, giocando con forza e con ritmo. Ha davvero preso il sopravvento nel terzo quarto e ha costruito il nostro vantaggio”.

La franchigia californiana chiude così l’anno in cima alla Western Conference con un record di 4-1, dando anche a Kawhi di concedersi qualche battuta. “È difficile respirare con questa maschera, hanno anche iniziato a chiamarmi Leatherface (Protagonista della saga cinematografica ‘Non aprite quella porta’, ndr) e cose del genere. Serge (Ibaka, ndr) non può però parlare troppo. Al momento è sul mercato quindi chiunque lo voglia ce lo faccia sapere. Stiamo cercando di scambiarlo”.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi