Manuale Milwaukee Bucks 2018/2019: una possibile sorpresa?
121569
post-template-default,single,single-post,postid-121569,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Manuale Milwaukee Bucks 2018/2019: una possibile sorpresa?

Giannis Antetokounmpo-Milwaukee Buks 2018/2019

Manuale Milwaukee Bucks 2018/2019: una possibile sorpresa?

Li abbiamo lasciati con la sconfitta in gara 7 del primo turno al TD Garden contro i Boston Celtics. Negli ultimi anni i Bucks sono stati una presenza fissa ai playoff ma non hanno fatto mai molta strada nella postseason. Alcuni fattori ,però, fanno ben sperare la franchigia del Wisconsin. Uno di questi è il trasferimento di LeBron James ai Lakers che priva la Eastern Conference del suo dominatore degli ultimi anni rendendo la contesa più equilibrata (nonostante 76ers e Celtics possano sembrare più attrezzate). C’è inoltre curiosità per il lavoro di coach Mike Budenholzer, l’uomo che con la sua esperienza potrebbe aggiungere qualcuno dei tasselli che mancano alla squadra per diventare grande. Ed infine, ma non per importanza, Giannis Antetokoumpo: l’asso greco si trova forse all’inizio del suo anno di definitiva consacrazione. Il fuoriclasse inizia la stagione nutrendo anche giustificate ambizioni al titolo di MVP. Con il numero 34 in squadra e la presenza di altri elementi di alto livello come Henson, Middleton e Bledsoe i Bucks preparano la stagione senza nessuna voglia di recitare il ruolo di comparsa.

 

MANUALE MILWAUKEE BUCKS 2018/2019: L’ANNATA PRECEDENTE

  • Record: 44-38
  • Piazzamento: seed #7. Eastern Conference
  • Rendimento Playoff: primo turno (sconfitta per 4-3 vs Boston Celtics)
  • Offensive rating: 107.8
  • Defensive rating: 107.1
  • Team Leaders: Giannis Antetokoumpo (26.9 PTS), Giannis Antetokounmpo (10 REB), Eric Bledsoe (5 AST)

MANUALE MILWAUKEE BUCKS 2018/2019: I MOVIMENTI ESTIVI

  • Arrivi: Brook Lopez (from Los Angeles Lakers), Ersan Ilyasova (from Philadelphia 76ers)
  • Partenze: Jabari Parker (to Chicago Bulls), Jason Terry (scadenza di contratto), Deandre Liggins (scadenza di contratto)

In un roster che non cambia molto rispetto alla passata stagione spicca sicuramente la presenza di coach Budeholzer, il vero e proprio “colpo di mercato” in casa Bucks. Basterà questo per il salto di qualità di Giannis e compagni? La franchigia del Wisconsin si è inoltre assicurata i servigi di Brook Lopez e di Ersan Ilyasova che possono fungere da valido rincalzo di esperienza. Interessante anche la scelta di Donte di Vincenzo (scelto alla numero 17), promettente rookie che ha portato per due volte i Wildcats di Villanova alla conquista del titolo NCAA. Spiccano le partenze di Jabari Parker (adesso in forza ai Bulls) e del veterano Jason Terry. Per il resto piena conferma al blocco della passata stagione che ha in Middleton e Antetokoumpo le sue punte di diamante.

Milwaukee Bucks 2018/2019

Giannis Antetokounmpo è pronto per la stagione dei Milwaukee Bucks 2018/2019

MANUALE MILWAUKEE BUCKS 2018/2019: L’ANALISI

Bledsoe, Snell, Middleton, Antetokoumpo, Henson il probabile quintetto principale, con importanti armi provenienti dalla panchina. Le soluzioni offensive di cui può disporre coach Budenholzer sono molteplici ed assolutamente valide. Bledsoe ed Antetokoumpo si sono dimostrati degli ottimi passatori e le loro enormi qualità in penetrazione potrebbero aprire spazi ai tiratori di sistema come Snell o anche Di Vincenzo dalla panchina. Importante anche la presenza di Middleton che ha dimostrato di avere personalità e punti nelle mani (ancora di più al centro del progetto dopo la partenza di Parker), capace di isolarsi sia fronte a canestro sia in post.

Sarà importante servire Middleton che, off the ball, è un pericolo pubblico per le difese avversarie.

Nei momenti decisivi della partita però potrebbe anche essere decisivo tentare di allargare il campo, e dalla panchina possono arrivare interessanti soluzioni. Ilyasova, Brogdon e Di Vincenzo potrebbero essere utili in questa chiave, ma non solo: si può azzardare anche un quintetto estremo con Giannis da centro ed intorno 4 esterni tiratori. Tuttavia, per far risaltare al meglio lo strapotere fisico del 34, è necessario che i Bucks vadano quanto più spesso possibile in contropiede. La fase difensiva dunque dovrà rivestire un ruolo importante per aumentare le situazioni di campo aperto. La presenza di Antetokoumpo e di ottimi difensori in posizione di guardia come Bledsoe, Di Vincenzo e Dellavedova può autorizzare Budenholzer a proporre una difesa aggressiva fatta di cambi veloci e decisi. In questa chiave sarà importante l’impatto fisico dei vari Maker ed  Henson sotto i tabelloni per cercare di dominare a rimbalzo.Non dovrà sorprendere dunque se nei possessi decisivi si vedrà Della Vedova mordere le caviglie del playmaker avversario, Maker in campo con il compito di fare la voce grossa in aria ed Ilyasova mandato a scombinare le carte in attacco con il suo affidabile tiro da 3 punti. Quest’anno,più degli altri anni, sarà decisivo l’apporto della panchina.

 

Con una difesa forte e aggressiva, Giannis può scatenarsi in transizione.

CONCLUSIONE

Ai blocchi di partenza la stagione dei Milwaukee Bucks 2018/2019 si preannuncia potenzialmente piena di sorprese. La squadra ha tutte le carte in regola per migliorare il record della passata stagione e per andare ancora più avanti nei playoff. Tutto dipenderà dall’impatto del nuovo allenatore ed anche dalla capacità di Antetokoumpo di essere un vero leader e trascinare la squadra con personalità nei momenti difficili. Sicuramente una delle squadre più interessanti e divertenti da guardare.

Gianni Giaccone
giannigiaccone@gmail.com
No Comments

Post A Comment