Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsMilwaukee Bucks Media day per i Milwaukee Bucks, Giannis: “Non parlo del mio contratto”

Media day per i Milwaukee Bucks, Giannis: “Non parlo del mio contratto”

di Michele Gibin
media day bucks

Una delle questioni da affrontare al Media Day dei Milwaukee Bucks doveva essere necessariamente la futura situazione contrattuale di Giannis Antetokounmpo, che nell’estate 2020 potrà già decidere se legarsi o meno per prossimi 5 anni alla squadra che lo scelse nel 2013 a metà del primo giro al draft NBA.

Alcune considerazioni scontate (“Certo che offriremo un’estensione, è virtualmente già sul tavolo“) del general manager Jon Horst sono costate alla franchigia 50mila dollari di multa, ed anche per questo motivo l’MVP 2019 ha deciso di tagliare corto e, nei limiti del possibile, evitare le domande sul suo futuro, rimandandole a tempi più opportuni.

Non ne parlerò durante la stagione, ne lo farò ora” Poche parole per Antetokounmpo, che preferisce parlare del presente e della nuova stagione in arrivo: “Abbiamo una squadra di grande valore, lo so, ed il nostro obiettivo è vincere il titolo. Credo quindi che sia una forma di mancanza di rispetto per i miei compagni star qui a parlare del mio contratto e di quello che sarà. Verrà il momento“.

I Milwaukee Bucks potranno offrire a Giannis Antetokounmpo la cifra record di 253.75 milioni di dollari in 5 anni già nel 2020 (l’estensione scatterebbe l’anno successivo), contratto che renderebbe il giocatore greco il più pagato della storia NBA. Una decisione importante per Giannis, che firmando si legherebbe ai Bucks fino ai 30 anni d’età.

media day milwaukee bucks

Troppo grande lo scoglio Raptors lo scorso anno per i Bucks

La squadra di coach Mike Budemholzer è costruita per arrivare fino in fondo. L’assenza di Malcom Brogdon peserà, ma la finestra per il titolo per i Bucks potrebbe rimanere aperta per almeno due o tre stagioni. Potrà un nucleo di “veterani giovani” come Khris Middleton (28 anni), Brook Lopez (31), Eric Bledsoe (30) e George Hill (33 anni, il più esperto), blindati con contratti lunghi, costituire un supporting cast sufficiente per Giannis?

Antetokounmpo sta lavorando tanto sulle sue doti di leader” Spiega Mike Budenholzer “Sulla sua capacità di relazionarsi con i compagni, di comunicare con tutti, veterani e giovani appena arrivati. Io sono sinceramente impressionato dai suoi progressi in questo senso, non penseresti che siano doti che posano migliorare così tanto in una sola estate, invece con lui è successo“.

I Milwaukee Bucks hanno chiuso lo scorso anno con la miglior stagione dal lontano 1980\81, e non raggiungono la finale NBA dal 1974, dai tempi di Lew Alcindor\Kareem Abdul-Jabbar.

You may also like

Lascia un commento