fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News All Star Saturday, Jayson Tatum, Joe Harris e Hamidou Diallo i trionfatori del sabato sera

All Star Saturday, Jayson Tatum, Joe Harris e Hamidou Diallo i trionfatori del sabato sera

di Michele Gibin

Sono Jayson Tatum dei Boston Celtics, Joe Harris dei Brooklyn Nets e Hamidou Diallo degli Oklahoma City Thunder i trionfatori dell’edizione 2019 dell’All-Star Saturday di Charlotte, North Carolina.

Lo Skills Challenge, gara di abilità tra slalom in palleggio, passaggi precisi e tiro dalla distanza è terreno di conquista per la giovane star dei Celtics, che batte in serie Mike Conley dei Memphis Grizzlies, Nikola Jokic dei Denver Nuggets e Trae Young degli Atlanta Hawks nonostante lo svantaggio iniziale, grazie al tiro da tre punti.

Tatum risolve il round finale contro la point guard degli Hawks con un incredibile tiro da centrocampo, che incoccia contro il pallone lanciato da Young, batte contro il tabellone e poi finisce in fondo alla retina, per la delusione di un basito Trae.

All-Star Saturday, Joe Harris infallibile

La gara del tiro da tre punti è introdotta da uno speciale round di beneficenza, che vede impegnati alcuni grandi ex giocatori NBA. Il “padrone di casa” Dell Curry, Ray Allen, l’ex Charlotte Hornets Glen Rice e Mark Price si alternano al tiro, chiudendo con un non esaltante punteggio di 8 canestri complessivi (curioso il caso di Ray Allen, che sbaglia tutti e 5 i palloni a disposizione).

Nel primo giro di carrelli emerge l’outsider Joe Harris dei Brooklyn Nets, che con un punteggio di 25 punti si piazza al terzo posto parziale, dietro a Steph Curry e Buddy Hield ma davanti a Khris Middleton, Kemba Walker, Damian Lillard, Dirk Nowitzki, al campione uscente Devin Booker, Buddy Hield e Danny Green.

Dignitosa la prova del vecchio Dirk Nowitzki, che nonostante un paio di vistosi air-ball chiude con 18 punti il suo primo round.

Harris, Steph Curry (che vince la sfida nella sfida col fratello Seth dei Portland Trail Blazers) e Buddy Hield accedono alla manche finale. La guardia dei Brooklyn Nets si dimostra troppo forte persino per Steph Curry: Harris chiude il suo secondo round con 26 punti, mentre il due volte MVP non fa meglio di 23. Hield è terzo con 19 punti.

All Star Saturday, Hamidou Diallo il re delle schiacciate

Miles Bridges degli Charlotte Hornets, Dennis Smith Jr dei New York Knicks, John Collins degli Atlanta Hawks e Hamidou Diallo degli Oklahoma City Thunder danno vita ad una gara delle schiacciate spettacolare e divertente.

Il rookie degli Oklahoma City Thunder mette subito in mostra le sue soprannaturali doti di stacco verticale con una “windmill” laterale, affondata dopo il passaggio al tabellone del compagno di squadra Russell Westbrook.

Dennis Smith Jr cerca il numero ad effetto ma commette qualche errore di troppo, prima di calare l’asso da 50 punti volando sopra il rapper e produttore discografico J. Cole.

Bridges replica con un omaggio al grande ex Charlotte Hornets Larry Johnson, mentre John Collins mette in scena una complessa scenografia, camuffandosi da pioniere del volo e schiacciando sopra un modellino di un biplano d’epoca.

Diallo si dimostra l’uomo da battere a fine primo turno, superando in salto Shaquille O’Neal ed affondando l’intero avambraccio nel ferro, alla “Vince Carter Oakland 2000”. Punteggio di 50 d’obbligo e finale raggiunta, assieme a Smith Jr e per la delusione di un piccatissimo John Collins.

Dennis Smith Jr si avvale dell’aiuto di Dwyane Wade e Steph Curry, ma l’effetto sorpresa sperato viene vanificato da troppi errori. Diallo gioca sugli errori dell’avversario e chiude con due schiacciate “semplici”, saltando sopra all’ospite d’onore Quavo ed affondano una “windmill” a due mani.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi