Chicago “chiama” il suo Anthony Davis, e lui: “Tra un anno sarò free agent…”

I Los Angeles Lakers primi della classe ad Ovest sono a Chicago per sfidare i Bulls allo United Center, nella notte tra martedì e mercoledì. Per Anthony Davis, originario del South Side della metropoli dell’Illinois, ogni trasferta a Chicago è un ritorno a casa, in quella che lui stesso definisce la “Mecca” del basket USA.

Davis ha partecipato ad un incontro con dei giovani fan a Chicago, organizzato da Nike al suo vecchio liceo, la Perspectives Charter School. I Bulls (2-5) languono oggi in fondo alla classifica della Eastern Conference, la squadra di coach Jim Boylen fatica trovare un equilibro tra le tante guardie a disposizione, ed un attacco efficace basato su Zach LaVine e Lauri Markkanen, ed i giovani studenti hanno approfittato della situazione per “chiamare” AD verso casa.

E Davis ha risposto: “Onestamente, giocare nella tua città è qualcosa che non ha prezzo. Insomma, l’anno prossimo sarò free agent, vedremo cosa accadrà“. Naturalmente, pare oggi uno scenario improbabile: Davis potrà uscire dal suo contratto in estate, e rinegoziare un accordo al super-massimo salariale con i Los Angeles Lakers, dopo aver smosso mari e monti per favorire la trade verso LA.

I Lakers 2019\20 sono costruiti sul duo James\Davis, e su contratti brevi di giocatori come Danny Green, JaVale McGee, Kentavious Caldwell-Pope e Dwight Howard, e l’obiettivo a Los Angeles è vincere subito. Dopo i trascorsi di New Orleans, Anthony Davis ha fatto riferimento più volte alla sua volontà di decidere per sé, senza fattori esterni.

E lo stato attuale dei Chicago Bulls non mette la squadra in prima fila tra le (del tutto ipotetiche) pretendenti al giocatore della settimana della Western Conference, nonostante la sua grande storia: “Chicago è la Mecca del basket. Da qui vengono alcuni dei più grandi di sempre… tutti parlano sempre di New York, ma la Storia è qui, su tutti i giocatori che ce l’hanno fatta ma anche per quei grandi atleti che non hanno mai giocato nella NBA“.

LeBron James ed Anthony Davis contro i Golden State Warriors

Davis che è cresciuto idolatrando Derrick Rose, il più giovane MVP della storia della NBA e come lui nativo della Windy City. La star dei Lakers parla di Rose come di un esempio: “Vederlo giocare con quella maglia, vincere il premio di MVP ed andare ai playoffs è stato qualcosa che non avremmo mai pensato fosse possibile per un ragazzo che venisse dalle nostre parti, e da certe situazioni. Rose ha dato speranza a tanti giocatori di basket e non solo, a Chicago. Il motivo per cui oggi riceve così tanto affetto è anche questo“.

Derrick Rose è tornato pochi giorni fa a Chicago da avversario, ricevendo dal pubblico dell United Center il consueto coro di “MVP, MVP”, Davis non ha mai giocato a Chicago, ma l’accoglienza che la sua città natale gli ha già riservato oggi, ancora prima di scendere in campo, è già da ricordare. A febbraio, l’All-star Game 2020 si giocherà proprio nella casa dei Bulls, e Davis sarà una delle stelle più brillanti, tra le tante.

Michele Gibin @GMichele_NBA

Contributor per NBAPassion.com

Condividi
Pubblicato da
Michele Gibin @GMichele_NBA

Post recenti

De’ Longhi Treviso-Grissin Bon Reggio Emilia: preview della sfida

Dodicesima giornata di LBA che vede la Grissin Bon Reggio Emilia ospite della De' Longhi Treviso , con palla a…

3 ore fa

Knicks, Metta World Peace si candida alla panchina: “Ci sono!”

Metta World Peace, noto anche come Ron Artest, si candida al posto di nuovo allenatore dei New York Knicks. Il…

3 ore fa

Popovich, Kerr e Spoelstra commentano l’esonero di David Fizdale

La cacciata di David Fizdale ha lasciato alcuni tra i colleghi NBA con la sensazione che l'ormai ex capo allenatore…

4 ore fa

Sassari-Brindisi, la preview: chi andrà al secondo posto?

La sfida del 8 dicembre al PalaPentassuglia di Brindisi vede contrapporsi due squadre che sono a pari merito al secondo…

5 ore fa

I consigli per la sedicesima giornata Dunkest: torna Drummond

È appena terminata la quindicesima giornata e noi siamo sempre qui a darvi i consigli per migliorare la vostra squadra…

5 ore fa

Fortitudo Bologna-Aquila Trento: preview del match

Il dodicesimo turno del campionato italiano di serie A regalerà come anticipo del saturday night, Fortitudo Bologna-Aquila Trento. La squadra…

6 ore fa

Questo sito utilizza i cookies

Leggi