Bene i Bucks e 2-1 sui Celtics, Giannis di nuovo super: "Continuerò così"
138121
post-template-default,single,single-post,postid-138121,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Bene i Bucks e 2-1 sui Celtics, Giannis di nuovo super: “Devo continuare così”

NBA awards 2019

Bene i Bucks e 2-1 sui Celtics, Giannis di nuovo super: “Devo continuare così”

I Milwaukee Bucks, dopo una prestazione sottotono in gara 1, sembravano davvero in difficoltà nella serie contro i Boston Celtics. Sono stati, tuttavia, in grado di riprendersi e di vincere le due gare successive per ribaltare la serie e portarsi sul 2-1. Stanotte, al TD Garden di Boston, gara 3 si è conclusa sul 123-116 in loro favore, forti di un ritrovato Giannis Antetokounmpo.

I Bucks, portandosi in vantaggio nella serie dopo 3 partite, hanno praticamente annullato la vittoria esterna dei Celtics in gara 1, riportando in parità “l’home court advantage“.

Fondamentali per questa vittoria sono stati la super prestazione di Giannis, che finalmente ha battuto un colpo in questa serie, e l’apporto della panchina di Milwaukee. Il greco ha chiuso il match con 32 punti, 13 rimbalzi e 8 assist (il primo Buck dopo Kareem Abdul-Jabbar nel ’74 con questi numeri ai Playoff), mentre dalla panchina sono usciti davvero bene George Hill con 21 punti e 9/12 dal campo e Pat Connaughton con 14 punti e 4/9 da tre punti.

Ai Celtics invece non è bastato portare tutti e 5 i titolari oltre i 15 punti segnati. Soprattutto perché la panchina ha perso nettamente lo scontro con quella di Milwaukee, producendo in totale solo 16 punti, di cui 10 dalle mani di Gordon Hayward. Kyrie Irving ha provato a riprendersi dopo la pessima gara 2, segnando 29 punti ma mandando a bersaglio soltanto 8 tiri su 22 tentati.

Giannis: “Devo continuare così”

Nel post-partita i due uomini copertina della notte dei Bucks, Antetokounmpo e Hill, hanno parlato delle loro prestazioni.

Per Giannis:

Devo continuare ad essere così aggressivo e cercare i tiri liberi, perchè questo vogliono da me i compagni. E’ un aspetto del gioco su cui ho lavorato tanto, quindi per me sono punti facili. Devo continuare ad attaccare e, se serve, arrivare fino al ferro. Non mi interessa quello che urla la folla, non sono concentrato su quello.”

George Hill ha invece affermato:

“Io scendo in campo e cerco di fare il mio lavoro al massimo. Cerco di difendere meglio che posso e se c’è la possibilità sono contento di segnare. Sai, si tratta solo di fare quello che serve per vincere le partite.”

In casa Celtics gli umori erano chiaramente diversi, come riportato da Tim Bontemps per ESPN.

Kyrie Irving ha parlato delle difficoltà che lui e i suoi hanno incontrato nel concludere al ferro:

“Dovrò essere più efficace nell’area pitturata e tenere gli occhi sul ferro. Vorrei avere una risposta più elaborata per te riguardo il mio gioco intorno all’area, ma è così. (…) Ma si tratta davvero di essere più concentrato ed efficiente per il resto della serie. Basta tirare 8/22 e girarmi verso gli arbitri per le chiamate mancate. Il mio obiettivo sarà segnare al ferro, anche con contatto. (…) Abbiamo la possibilità di rispondere nelle prossima gara casalinga, faremo meglio.”

Lorenzo Brancati
lolbra99@gmail.com

Malato di sport a 360 gradi. Seguo e faccio finta di capire di diversi sport, dal basket al calcio, fino ai motori, passando per il football americano e il baseball. Mi piace leggere e provare a scrivere farneticazioni a riguardo. Aspettando Godot, mi diverto a giocare con le parole e la palla a spicchi.

No Comments

Post A Comment