Carmelo Anthony, passo d'addio con Houston? D'Antoni preferirebbe Clark
124697
post-template-default,single,single-post,postid-124697,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Rockets, Carmelo Anthony fuori dalle rotazioni e scontento: “Mike D’Antoni preferisce Gary Clark”

rissa Paul-Rondo-Nuggets-Rockets

Rockets, Carmelo Anthony fuori dalle rotazioni e scontento: “Mike D’Antoni preferisce Gary Clark”

L’opinione diffusa tra i giocatori degli Houston Rockets è che Carmelo Anthony non tornerà a vestire la maglia della franchigia texana.

L’avventura di Melo alla corte di James Harden sarebbe quindi durata la bellezza di sole 11 partite, come riportato da Tim MacMahon di ESPN.

Anthony ha saltato le ultime due uscite dei Rockets, a causa di un non meglio precisato “stato influenzale”. Nelle ore precedenti la palla a due tra Houston Rockets e Indiana Pacers nella serata di domenica, si è diffusa la voce che Carmelo ed il front office stessero valutando una risoluzione del contratto annuale che lega l’ex NY Knicks ai Rockets.

Daryl Morey: “Su Carmelo Anthony solo voci, valutiamo”

GM Daryl MoreyNel tentativo di frenare le speculazioni, il GM di Houston Daryl Morey è intervenuto per smentire la notizia che la franchigia stesse – di fatto – scaricando Anthony.

Morey ha dichiarato di voler “valutare ogni opzione disponibile per migliorare la squadra”, ed ha aggiunto che si aspetta che Melo torni a disposizioni di coach Mike D’Antoni quanto prima, come riportato da NBAPassion.com.

Dopo la sconfitta subita dagli Houston Rockets sul campo dei San Antonio Spurs nella serata di sabato, Carmelo Anthony ed il front office avrebbero avuto un colloquio incentrato sull’attuale posizione e ruolo dell’ex OKC Thunder all’interno delle rotazioni e dei piani di D’Antoni.

Le voci su Anthony sono ingiuste. Oggi sono qui a parlare con voi perché ci sono stati rumors ed indiscrezioni su Melo che non corrispondono a verità, nelle ultime ore e soprattutto perché siamo appena alla decima partita, o poco più. L’approccio e la professionalità di Anthony sono stati fin qui perfetti, nei confronti della squadra e dello staff tecnico. Melo ha accettato qualsiasi ruolo gli venisse affidato, che fosse uscire dalla panchina o altro. La squadra sta faticando, ora, ed il mio lavoro consiste nel porre rimedio a tale situazione. Nessuno di noi, dal primo al’ultimo, sta facendo bene, ora come ora. Valuteremo qualsiasi opzione disponibile

– Daryl Morey su Carmelo Anthony –

Morey ha poi aggunto: “Carmelo ci ha confermato in questi due mesi tutte le buone intenzioni con cui abbiamo proceduto all’accordo quest’estate. E’ semplicemente ingiusto buttare tutta la colpa su un giocatore solo. Posso capirlo, visto che stiamo parlando di un futuro hall-of-famer, ma rimane una cosa ingiusta“.

Carmelo Anthony, Chris Paul: “Melo è un fratello per me”

La star dei Rockets Chris Paul, grande amico e sponsor in estate di Carmelo Anthony, ha appoggiato pubblicamente il suo compagno dopo la partita tra Houston e Indiana:

Melo è stato perfetto sin qui” Racconta Paul “Lui è come un fratello per me, sai cosa intendo? Non m’importa cosa la gente dica di lui ora, Melo è stato perfetto dal primo giorno. Vedremo cosa accadrà“.

Fonti vicine agli Houston Rockets – e riportate da MacMahon – svelano come i Rockets stiano lavorando ad un accordo di buonuscita con Carmelo Anthony, che potrebbe concretizzarsi forse già nella giornata di lunedì.

In 10 partite disputate con la maglia degli Houston Rockets, Carmelo Anthony ha tenuto una media di 13.4 punti e 5.4 rimbalzi a partita, col 40.5% al tiro, prevalentemente in uscita dalla panchina.

Daryl Morey ha confermato che Anthony tornerà in campo “una volta rimessosi e tornato in forma”.

Carmelo Anthony sarebbe dunque scontento del suo ruolo a Houston, ed avrebbe percepito l’intenzione di Mike D’Antoni e Morey di affidarsi – almeno per il momento – ad altri giocatori per tentare di invertire la rotta per gli Houston Rockets.

L’undrafted rookie Gary Clark da Cincinnati ha giocato 32 minuti nella vittoria Rockets di domenica contro gli Indiana pacers. Per Houston, oltre a Anthony, out anche Green, Carter-Williams e Nenè. “DNP” per Marquese Chriss.

 

Seguiteci e dite la vostra su Facebook sul gruppo Passion NBA o su NBA Area, ma anche su Instagram su NBAPassion e sulla nostra pagina Facebook

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment