Celtics: la trattativa con Horford è stata ostacolata da altre squadre
144393
post-template-default,single,single-post,postid-144393,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

I Celtics denunciano un’interferenza nella trattativa con Horford

Al Horford

I Celtics denunciano un’interferenza nella trattativa con Horford

I Boston Celtics ritengono che altre squadre abbiano interferito nella trattativa con Al Horford prima dell’inizio della free agency, come riportato da Brian Windhorst di ESPN.

La squadra del Massachusetts pensava di poter convincere il lungo dominicano a rifirmare. Tuttavia, già il 21 giugno, nove giorni prima dell’inizio della free agency, si era diffusa la voce che il giocatore avesse un accordo con un’altra franchigia, come riportato da Marc Stein del New York Times.

Il 30 giugno scorso, appena 15 minuti dopo l’apertura della finestra di mercato, è stato ufficializzata l’intesa tra Horford e Philadelphia con un quadriennale da 109 milioni di dollari complessivi.

L’avventura di Al Horford ai Celtics

L’ex centro degli Atlanta Hawks è stato uno dei cardini imprescindibili dei Celtics negli ultimi 3 anni. In particolar modo, quando è venuta meno la leadership di Kyrie Irving, Horford è stato tra primi a prendersi sulle spalle il gruppo soprattutto durante i playoffs del 2018, nei quali ha trascinato la squadra fino a gara 7 della finale di Conference dopo aver battuto Milwaukee e Philadelphia.

Coach Stevens in questi ultimi anni ha valorizzato la sua preponderanza fisica ed intelligenza tattica in fase difensiva, riuscendo ad intimorire i migliori attaccanti della lega.

L’anno scorso Al Horford ha chiuso la stagione con il 53.5% dal campo, il 36% da 3, l’82.1% dai tiri liberi, 6.7 rimbalzi, 4.2 assist di media a partita e 13.6 punti di media a partita.

Sembrava che il matrimonio con Boston potesse durare a lungo, invece così non è stato. Ora Horford andrà a formare alla corte di coach Brett Brown e assieme a Joel Embiid, Josh Richardson, Tobias Harris e Ben Simmons un quintetto che, soprattutto a Est, potrà puntare in alto.

Una nuova era per Boston

I Celtics hanno nel frattempo rimpiazzato Al Horford con il turco Enes Kanter, ma rimane ancora l’amaro in bocca. Anche se sembra che la squadra di Boston abbia commesso la stessa “scorrettezza” contattando Kemba Walker prima dell’inizio ufficiale della free agency.

Il Commissioner NBA, Adam Silver ha dichiarato nei giorni scorsi che in futuro la lega vigilerà meglio per evitare tali circostanze.

Francesco Catalano
fr.cata7@gmail.com
No Comments

Post A Comment