Warriors, Paul allontana Curry dall’allenamento, Cousins verso il rientro

Questa notte i Golden State Warriors sono riusciti a sbancare il Toyota Center degli Houston Rockets, chiudendo la serie sul 4-2 e volando in finale della Western Conference. Nelle ultime ore sta circolando un particolare curioso riguardo il pre-partita di gara 6. Sembrerebbe che Chris Paul abbia allontanato Steph Curry dal Toyota Center, giovedì sera. A riferirlo è Marcus Thompson di The Athletic.

Curry avrebbe chiesto ad Eric Housen, suo manager, di prenotare il campo giovedì sera per una sessione di tiro privata dalle 19 alle 20. La notizia sarebbe arrivata alle orecchie di Chris Paul, che avrebbe prenotato a sua volta il palazzetto nella stessa fascia oraria del rivale. Arrivato al palazzetto, Steph si sarebbe trovato davanti il giocatore dei Rockets, che lo avrebbe dapprima intimato di andarsene dall’arena, e successivamente avrebbe anche rifiutato la proposta di Curry di dividere il campo.

Sappiamo poi tutti come il numero 30 degli Warriors, questa notte, sia riuscito a risollevarsi nel secondo tempo dai pessimi primi due quarti giocati. Ecco quindi spiegato il motivo del perché Curry abbia festeggiato con queste parole a fine partita:

“Kick me off the court again, boy!”,  tradotto: “Cacciami di nuovo dal campo, coraggio!”

DeMarcus Cousins potrebbe tornare dall’infortunio

Le buone notizie per i Golden State Warriors non si fermano al turno superato. Secondo quanto riportato da Marc Stein, se il recupero dell’infortunio da parte di DeMarcus Cousins sarà costante, il pivot dei Golden State Warriors potrebbe rientrare anche per le finali di Conference, che inizieranno martedì prossimo.

Cousins si è infortunato al quadricipite sinistro durante la serie contro i Los Angeles Clippers. La sua stagione sembrava anzitempo conclusa, ma già qualche giorno fa alcuni reporter davano per possibile un suo rientro in questa postseason. Oggi la conferma in seguito a gara 6: DeMarcus Cousins probabilmente sarà in campo per quest’ultima volata verso il titolo del three-peat.

Ora che i Rockets sono stati eliminati e che Golden State recupererà tutti i suoi indisponibili, forse risulterà difficile trovare qualcuno che riuscirà ad impensierirli. In ogni caso sarà il campo a parlare.

Leonardo Tomassini

18 anni,dalle marche, studente di beni culturali a Macerata, ossessionato dalla NBA. Sogno di diventare un giornalista.

Condividi
Pubblicato da
Leonardo Tomassini

Post recenti

Luol Deng annuncia il ritiro, e lo fa da giocatore dei Chicago Bulls

Luol Deng annuncia il ritiro dopo 15 stagioni NBA, e lo fa con un gesto simbolico, firmando un contratto di…

15 minuti fa

Adam Silver: “La Cina ci ha chiesto di cacciare Daryl Morey, ho detto no”

L'onda lunga dell'affaire NBA-Cina ha portato danni economici consistenti per la lega, come confermato da Adam Silver, il Commissioner NBA…

1 ora fa

Per Curry gli Warriors sono ancora da titolo: “Sempre stato l’obiettivo”

Dopo cinque annate di dominio incontrastato da favoriti assoluti al titolo, i Golden State Warriors di Steph Curry si apprestano…

1 ora fa

Fastidio al ginocchio destro per Zion Williamson, salta l’ultima di pre-season

Zion Williamson salterà per precauzione l'ultima partita di pre-season dei suoi New Orleans Pelicans, a causa di un fastidio al…

2 ore fa

Venezia-Goudelock c’è la fumata bianca: colpaccio della Reyer

Venezia-Goudelock ci siamo! Stava facendo il giro del web da qualche giorno la notizia del possibile arrivo del "mini mamba" Andrew…

13 ore fa

Spurs dominanti, Rockets ancora in rodaggio: prima vittoria in pre-season per San Antonio

Seconda sconfitta in pre-season per gli Houston Rockets, che cadono per 128-114 al cospetto dei San Antonio Spurs al Toyota…

18 ore fa

Questo sito utilizza i cookies

Leggi