Lou Williams è il sesto uomo più prolifico di sempre: "Qualcosa di speciale"
133628
post-template-default,single,single-post,postid-133628,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Clippers, Lou Williams è il sesto uomo più prolifico di sempre: “Speciale, sono nella storia”

Lou Williams con la casacca dei Los Angeles Clippers

Clippers, Lou Williams è il sesto uomo più prolifico di sempre: “Speciale, sono nella storia”

Con la fragorosa vittoria per 140-115 sui Boston Celtics, il sesto uomo dei Los Angeles Clippers Lou Williams è diventato il giocatore ad aver segnato più punti in carriera in uscita dalla panchina nella storia NBA.

Con un canestro segnato a 9 minuti dal termine della sfida, Williams ha superato l’ex giocatore di Charlotte Hornets e Toronto Raptors Dell Curry. Louis Tyrone Williams ha chiuso la sua partita con 34 punti e 5 assist a referto (14 su 20 al tiro), ai quali si sono aggiunti i 25 punti (con 9 su 12 al tiro) di Danilo Gallinari ed i 20 punti, sempre in uscita dalla panchina, di Montrezl Harrell.

View this post on Instagram

Sommerso dalla gioia dei compagni, visibilmente più contenti di lui. Ma Sweet Lou è sempre stato così: serietà, costanza e perseveranza allo stato puro. Classe allo stato puro a servizio della causa, il sesto uomo su cui puoi fare sempre affidamento. Lo ha capito Doc Rivers, lo hanno capito da tempo oramai i Clippers. Perché spesso il leader di una squadra non è colui che parte titolare, ma chi sa spaccare le partite entrando in corso d'opera. E questo Lou lo sa fare egregiamente. Nell'era degli "overall player", dei fenomeni James e Durant, c'è spazio anche per il miglior sesto uomo che la storia NBA abbia mai visto: "Sweet" Lou Williams. 11.155 puntati and counting. Solo dalla panca. Il mago colpisce ancora. #nbapassion #nba2k19 #NBA #basketball #louwilliams #sweetlou #losangeles #clippers #LAC #SixthManOfTheYear #offthebench #NBAHistory #NBAStats

A post shared by NBA Passion (@nbapassion_com) on

Williams, Gallinari e Harrell hanno condotto i Clippers alla quinta vittoria consecutiva, striscia che li porta al sesto posto nella Western Conference grazie anche alla contemporanea sconfitta casalinga degli Utah Jazz per mano degli Oklahoma City Thunder.

Ogni volta che compare la scritta ‘All-Time’ associata al tuo nome, sai che è qualcosa di speciale, qualsiasi cosa sia” Così Lou Williams a fine gara.

Per me significa molto. Col fatto di essere stato per grandissima parte della mia carriera un sesto uomo, un uomo dalla panchina, il fatto di potermi fregiare di un primato del genere è qualcosa di speciale

– Lou Willams –

Lou Williams è diventato sin dalla prima apparizione in maglia Clippers uno dei “centri di gravità” della squadra.

La stagione 2017\18 è stata la migliore in carriera per il 33enne ex giocatore di Philadelphia 76ers, Atlanta Hawks, Toronto Raptors, Los Angeles Lakers e Houston Rockets, annata chiusa con un career high di 22.6 punti a partita e suggellata da un rinnovo contrattuale da 3 anni e circa 24 milioni di dollari complessivi, e dal premio di Sesto Uomo dell’Anno (secondo in carriera, 2015)

La speciale classifica vede ora la primo posto Williams, seguito da Curry e da un altro grande ex giocatore dei Los Angeles Clippers, Jamal Crawford. “Lou è incredibile. Le cose che fa, i tiri che mette nonostante il suo fisico, il modo in cui riesce a finire sotto canestro” Così coach Doc RiversSono tra le cose che più mi hanno sorpreso di lui da quando ho il piacere di allenarlo. Davvero notevole“.

Su un totale di 923 partite sinora disputate in carriera, sono solo 109 le gare iniziate in quintetto base per Lou Williams:

Mi ci è voluto un po’ di tempo per accettare l’idea di essere un sesto uomo. All’inizio l’ho presa come una sfida, avrei voluto far vedere a tutti che chi mi considerava una riserva si sbagliava, col tempo però il ruolo mi si è cucito addosso, è diventato il mio marchio di fabbrica. Ho abbracciato il mio ruolo, credo sia questa la cosa che ha reso possibile questo traguardo. Ho fatto qualcosa per cui varrà la pena essere ricordato, qualcosa in cui sono diventato il migliore

– Lou Williams –

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment