Doc Rivers sulla vittoria contro gli Warriors: "Non moriamo mai"
136908
post-template-default,single,single-post,postid-136908,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Doc Rivers sulla vittoria contro gli Warriors: “Siamo come gli scarafaggi, non moriamo mai”

Doc Rivers sulla vittoria contro gli Warriors: “Siamo come gli scarafaggi, non moriamo mai”

Passata la grande euforia dopo la clamorosa rimonta di lunedì notte dei Clippers contro gli Warriors, Doc Rivers ha detto nuovamente la sua sulla vittoria, omaggiando tutta la squadra per l’enorme sforzo compiuto.

LE DICHIARAZIONI DELL’EX ALLENATORE DEI CELTICS

Marshall Plumlee Doc Rivers, Los Angeles Clippers

Rivers è stato giocatore professionista in Nba tra gli anni ’70 e ’80, vestendo diverse maglie.

Intervistato da The Undefeated, l’ex playmaker degli Hawks ha espresso parole molto forti per descrivere i suoi ragazzi, aumentando ancora di più la carica in vista di Gara 3.

Noi siamo come gli scarafaggi. Non ci ammazza nessuno, ma anzi al contrario ci moltiplichiamo. Qualsiasi sia la fine della partita, noi la accettiamo, che sia una vittoria o una sonora sconfitta. Ma in tutto questo non molliamo mai. Siamo un gruppo molto divertente e fantastico, continueremo a combattere.

In gara 2, a metà del terzo periodo di gioco, e con il punteggio sul 94 a 63, tutto lasciava presagire una comoda vittoria dei campioni in carica. Ma chi si aspettava ciò, ha dovuto presto ricredersi di fronte all’incredibile energia e grinta mostrata da Los Angeles.

Eravamo sotto di 31, poi di 25, di 20. Piano piano abbiamo ristretto lo svantaggio fino a chiudere davanti. In panchina li ho incitati a crederci sempre, anche quando tutto sembrava perduto. Quando hai in testa solo queste cose, niente diventa impossibile.

Tra i principali mattatori della serata, sicuramente Lou Williams e Danilo Gallinari sono stati tra gli artefici di questo autentico miracolo. Entrambi hanno rilasciato delle dichiarazioni a margine del match.

PARLANO IL GALLO E SWEET LOU

Williams e Gallinari: i due sono ai Clippers dal 2017

Nello specifico, il numero 23 di L.A. ha apertamente affermato la volontà di tutta la squadra di non volersi arrendere di fronte ad uno dei team più forti della storia del basket.

Non volevamo passare dalla parte di quelli che si facevano annientare davanti a tutti in televisione. Non siamo qui per questo.

Gallinari, infine, riferendosi alle parole del suo allenatore, ha mostrato la sua assoluta devozione ai pensieri del coach.

Non so cosa intenda per scarafaggio. Ma se Doc lo dice, eseguirò.

In conclusione, gara 3 a Los Angeles sta iniziando ad assumere sfumature sempre più avvincenti. Venerdì sera ne vedremo sicuramente delle belle.

Tommaso Ranieri
tommi-ranieri@hotmail.it

Studente di Giurisprudenza, amante del basket, in modo particolare del campionato NBA, e dello sport in generale.

No Comments

Post A Comment