fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News L’effetto della pausa sul fisico di Zion Williamson? “Magnifico”

L’effetto della pausa sul fisico di Zion Williamson? “Magnifico”

di Michele Gibin

Che effetto ha avuto la lunga pausa sul fisico di Zion Williamson? Magnifico, a giudicare dalle prime immagini dal centro di allenamento dei New Orleans Pelicans che mostrano uno Zion tirato a lucido e muscoloso, sotto la mascherina protettiva.

Le guide ufficiali danno Zion Williamson a 198 cm per 129 kg (284 libbre), dati che erano stati curiosamente rivisti al ribasso per quanto riguarda l’altezza mesi fa, e che è forse ora di rivedere anche per il peso.

E lo aveva già anticipato l’onnipresente David Griffin, vice presidente della squadra e capo assoluto delle operazioni per il rilancio dei Pelicans post Anthony Davis: la pausa è servita a Zion Williamson per rifinire il suo fisico e lavorare su forza e equilibrio per sfruttare al massimo la generosità di Madre Natura.

La stagione da rookie di Zion era iniziata alla grande con una pre-season giocata ad alto livello, ma si era arrestata per un problema al ginocchio destro. 4 mesi di stop, il rientro a gennaio ed un impatto tangibile sui Pels tornati in corsa per un posto ai playoffs.

E sono convinto che questa squadra, se in salute, possa essere davvero speciale“, spiega il prodotto di Duke, che è diventato nel frattempo uomo immagine per NBA 2K21 per le console di nuova generazione. “La cosa difficile sarà superare l’ostacolo mentale della bolla, dovremo essere bravi a fare gruppo“.

Restare in forma durante lo stop è stata dura, ancora oggi non sappiamo con certezza cosa potrà accadere, ma abbiamo trovato tanti modi per tenerci allenati, in campo e fuori, in ogni occasione“. Zion Williamson ha raccontato di aver lavorato ogni singolo giorno, sul fisico ma anche sul suo gioco, “Ma non vi dirò il mio segreto“.

Io mi fido di quello che la NBA ha organizzato per Orlando, saremo al sicuro e protetti da situazioni di pericolo. A pensarci è pazzesco, stiamo davvero ricominciando, non vedo l’ora“. A Orlando i Pelicans avranno 3.5 partite da recuperare sui Memphis Grizzlies, ed i Portland Trail Blazers da scavalcare per puntare almeno al nono posto e ai play-in.

View this post on Instagram

I Pelicans riusciranno a stupire nella prima stagione dell'era Zion Williamson? Dove eravamo rimasti? NEW ORLEANS PELICANS 2019-20 Record: 28-36 Miglior giocatore per punti: Ingram (24.3) Rimbalzi: Derrick Favors (9.9) Assist: Lonzo Ball (7.0) Dopo una prima parte di stagione altalenante, i Pelicans sono tutt'altro che fuori dalla corsa ai playoffs. Nonostante l'ottavo posto disti 3.5 vittorie, il nuovo format studiato dalla NBA agevolerà la franchigia di Zion Williamson. Con ogni probabilità a stabilire la qualificazione alla postseason saranno infatti i play-in. La grande concorrenza della Western Conference non dovrà pertanto far paura ai giovani di coach Gentry. Un fattore determinante nella corsa ai playoffs sarà inevitabilmente la coppia formata da Williamson e Ingram. Il primo ha dimostrato in solo 19 partite le proprie qualità, che lo rendono una delle probabili superstar del futuro. L'ex Lakers invece è stato protagonista della stagione della consacrazione definitiva. Da All-Star dovrà prendere in mano la squadra, nel tentativo di disputate i primi playoffs della propria carriera. Riusciranno a qualificarsi per i playoffs?👇 Previsione record finale: 33-39 ° ° ° #nbapassion #neworleanspelicans #nba #pelicans #zionwilliamson #basketball #brandoningram #neworleans #lonzoball #nola #jrueholiday #zion #joshhart #jaxsonhayes #jjredick #nickeilalexanderwalker #ballislife #pelicansbasketball #pelicansnba #lonzo #pelicansgameday

A post shared by NBA Passion (@nbapassion_com) on

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi