fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Draymond Green multato per tampering. Aveva detto: “Booker deve lasciare Phoenix”

Draymond Green multato per tampering. Aveva detto: “Booker deve lasciare Phoenix”

di Francesco Catalano

Arriva una multa per Draymond Green dopo le dichiarazioni fatte su Devin Booker dei Phoenix Suns che sono state tacciate di tampering. Cioè, il giocatore degli Warriors ha promosso una suggestione di mercato che non compete alle sue mansioni: ha valicato il suo raggio d’azione.

Secondo Chris Haynes di Yahoo Sports, Green dovrà pagare una somma di 50mila dollari per quello che ha detto venerdì scorso nello studio di TNT nel suo nuovo ruolo di commentatore e analista (quando è fuori dal campo). “E’ bello vedere Booker e Phoenix giocare bene, ma portatelo via da Phoenix. Non è il posto giusto per lui e per la sua carriera” ha sentenziato l’ex Spartans. “Scusa Chuck (riferendosi al compagno in studio Charles Barkley, ndr), ma deve andarsene da Phoenix. Ha bisogno di un posto dove possa esprimere vera pallacanestro per tutto il tempo e vincere, perché lui è quel tipo di giocatore”.

Per ironia della sorte, ora i Phoenix Suns sono la squadra più in palla dopo la ripresa della stagione NBA 2019/20. La loro presenza ad Orlando sembrava solamente di contorno vista la distanza dall’ottavo posto. Invece, la squadra di coach Monty Williams ha inanellato una serie di 5 vittorie consecutive portandosi a ridosso dei Grizzlies. Al momento nella corsa per l’ottavo posto sono matematicamente fuori Kings e Pelicans. Mentre, Memphis ha perso tanto terreno e Portland soffia fortissimo.

Le parole di Green sui Suns di Booker sortiscono l’effetto contrario

A mezza gara di distanza dai Blazers ci sono appunto Spurs e Suns, due squadre rivelazione di questa bolla. Oramai mancano poche gare alla fine della regular season e ai Suns per giocarsi i play-in serve davvero ancora il massimo sforzo.

Le parole del giocatore degli Warriors sembrano quindi aver sortito l’effetto opposto. Questa striscia positiva va infatti attribuita all’ottimo stato di forma di Devin Booker, ma anche alle prestazioni corali della squadra che sembra aver trovato la chiave della vittoria.

Green, alla notizia confermata della multa che ha subito, ha twittato una sonora e fragorosa risata.

Le regole NBA riguardo il tempering vietano a chi non ne ha il diritto di disquisire o interferire su questioni contrattuali che coinvolgono altri team. E la lega ha assicurato di voler rinforzare queste direttive.

Allo stesso modo di Draymond Green era stato multato Magic Johnson in qualità di presidente dei Lakers quando nel 2018 aveva parlato di Giannis Antetokounmpo. Non aveva subito nessuna sanzione, invece, LeBron James quando l’anno scorso aveva sostenuto che avrebbe adorato poter giocare in squadra con Anthony Davis. Cosa che poi effettivamente si è avverata.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi