Heat-Blazers, Dragic ferma la rimonta Portland: "Piano partita perfetto"
123660
post-template-default,single,single-post,postid-123660,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Heat, un Dragic da All-Star Game ferma Portland: “Ci aspettavamo la loro rimonta”

petrovic-goran dragic-Miami Heat Dragic

Heat, un Dragic da All-Star Game ferma Portland: “Ci aspettavamo la loro rimonta”

Heat-Blazers, partita intensa e divertente al’American Ailrlines Arena di Miami, vinta dagli heat per 120-111 su Dame Lillard e soci.

Miami (3-2) riaccoglie Justise Winslow, all’esordio stagionale dopo un leggero problema fisico, ed assiste alla prova da All-Star di Goran Dragic.

Lo sloveno segna 28 punti, ci aggiunge 5 assist e quattro triple mandate a bersaglio, e segna 8 punti negli ultimi tre muinuti e mezzo di gara, per chiudere la partita.

Gli Heat partono fortissimo, toccando il +19 all’inizio del secondo quarto. Dragic e Kelly Olynyk (19 punti, 5 rimbalzi e 5 assist per il canadese) colpiscono dalla distanza, Hassan Whiteside presidia l’area e rende la vita impossibile a Jusuf Nurkic (16 rimbalzi e 6 stoppate a fine partita per il lungo degli heat).

Dalla panchina, Dwyane Wade segna 18 punti nel solo primo tempo (con 4 tiri da tre a bersaglio), chiuso dai padroni di casa sul 57-42. Per Portland, solo Damian Lillard in doppia cifra.

Heat-Blazers, rimonta Portland nel 4° periodo

A fine partita, Miami manda sei uomini in doppia cifra, e tira col 38.5% da tre punti (15 su 39). Gli Heat controllano il match per l’intera terza frazione, ma subiscono la rimonta di Portland a metà del quarto periodo.

Magic-Trail Blazers Dame Lillard

Magic-Trail Blazers Dame Lillard

Come già successo ad Orlando venerdì notte, Damian Lillard prende fuoco nel secondo tempo, chiude con 42 punti, 7 rimbalzi, 6 assist e 5 su 11 da dietro l’arco.

Dame D.O.L.L.A. segna la tripla del sorpasso Blazers sul 99-96 a 5.38 dal termine. Coach Terry Stotts fa sedere Nurkic e si affida al duo Zach Collins-Meyers Leonard sotto canestro.

Miami non si scompone, Dragic e Josh Richardson si caricano l’attacco Heat sulle spalle e rispondono colpo su colpo alle raffiche di Lillard.

Miami torna definitivamente in testa con 2.34 da giocare sul cronometro del 4° periodo:

Sapevamo che avrebbero messo un parziale e tentato di rimontare, noi siamo rimasti fedeli al nostro piano partita e l’abbiamo spuntata, alla fine

– Goran Dragic dopo Heat-Blazers –

15 su 28 dal campo per Damian Lillard, nonostante un leggero infortunio al gomito destro, a seguito di un contatto con Kelly Olynyk:

Sapevo che saremmo riusciti a ritornare in partita, così ho tenuto duro, come il resto della squadra

– Damian Lillard a termine di Heat-Blazers –

C.J. McCollum

Le note dolenti per i Trail Blazers: per Nurkic, solo 25 minuti di gioco e 5 punti e 7 rimbalzi a referto.

Continuano inoltre le difficoltà al tiro per C.J. McCollum, autore di 19 punti ma con modesto 7 su 20 al tiro.

Per C.J. un inizio di stagione difficile. Il prodotto di Lehigh sta tirando con un misero 38.2% dal campo.

Uno “shooting slump” che riguarda anche la percentuale ai tiri liberi, scesa all’81% su una media carriera dell’84.1%.

Moe Harkless ha terminato anzitempo la sua partita, fermato da un problema al ginocchio sinistro.

Goran Dragic ha raggiunto quota 10.000 punti segnati in carriera (NBA, ovviamente) già nel primo tempo della gara.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment