Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsCharlotte Hornets Hornets, Michael Jordan saluta Charlotte: “E’ un arrivederci”

Hornets, Michael Jordan saluta Charlotte: “E’ un arrivederci”

di Andrea Delcuratolo
jordan hornets

Michael Jordan saluta gli Charlotte Hornets. Dopo la vendita delle quote, il sei volte campione NBA, non è più proprietario di maggioranza della franchigia del Carolina del Nord. In tredici anni di maggioranza, i risultati sono stati miseri con sole due apparizioni ai playoff, eppure Jordan può dirsi soddisfatto: la vendita della franchigia gli ha fruttato ben tre miliardi di dollari, a fronte di una spesa di “soli” duecentosettantacinque milioni, nel lontano 2010. La proprietà passa ora ad una cordata guidata da Rick Schnall e Gabe Plotkin. A loro il compito di fare meglio di Michael Jordan

Hornets, le parole di arrivederci di Jordan

Michael Jordan ha poi rilasciato un comunicato dopo la vendita in cui dichiara: “Tredici anni fa ho avuto l’onore di diventare il proprietario di maggioranza degli Charlotte Hornets. La possibilità di possedere la franchigia NBA nel mio stato natale e in una città che amo è stata davvero un sogno che si è avverato”.

Il comunicato continua citando i nuovi proprietari: “mentre Gabe Plotkin e Rick Schnall, e il loro gruppo di proprietari, assumono ora una quota di controllo della squadra e io passo a diventare proprietario di minoranza, voglio ringraziare i tifosi degli Hornets per tutto l’amore e la dedizione che avete dimostrato alla squadra e a me nel corso degli anni. Anche se in campo non abbiamo avuto il successo che io e molti di voi avremmo voluto, sono orgoglioso dei risultati ottenuti come organizzazione. Questo è un ringraziamento, non un addio, perché lo Stato della Carolina del Nord, la città di Charlotte, gli Hornets ei suoi tifosi, avranno sempre un posto speciale nel mio cuore”.

E sono i nuovi proprietari a ringraziare Jordan: “Vogliamo ringraziare Michael per questa opportunità e per il suo sostegno durante tutto questo processo. Durante la sua gestione, ha portato stabilità alla franchigia degli Hornets, ha raggiunto molti traguardi commerciali, ha ricollegato e reinvestito nella comunità di Charlotte e ha posizionato l’organizzazione per un maggiore successo. Non vediamo l’ora di costruire su questo successo negli anni a venire”.

Il futuro degli Hornets è ben tracciato. Fa gli obiettivi della nuova proprietà c’è la volontà di far crescere ancora di più la franchigia, cominciando a vincere in NBA e sviluppando modelli innovativi di business. Solo il tempo e il campo, sapranno darci le risposte. La volontà di fare bene, però, non manca in quel di Charlotte. 

 

 

You may also like

Lascia un commento