Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBrooklyn Nets “Kevin Durant giocherà ancora in questa stagione”, Nash assicura. Ma quando?

“Kevin Durant giocherà ancora in questa stagione”, Nash assicura. Ma quando?

di Michele Gibin
brooklyn nets

Kevin Durant rientrerà in campo quando sarà pronto“, niente di più filtra dai Brooklyn Nets e da coach Steve Nash sulle condizioni fisiche di Durant, fermo da due settimane per un infortunio alla gamba sinistra.

KD ha saltato le ultime 7 partite dei Nets e 9 delle ultime 10 (le prime a causa del protocollo NBA anti Covid) a causa di un problema alla gamba sinistra che nelle parole della squadra non ha mai “destato particolare preoccupazione”. Ma i tempi di recupero intanto si allungano, come confermato dagli ultimi esami cui l’ex star dei Golden State Warriors si è sottoposto.

Kevin Durant salterà ovviamente l’All-Star Game di Atlanta e questo non sorprende. E’ possibile che i Nets abbiano allungato di proposito i tempi per evitare alla loro star il viaggio ad Atlanta e il giocare una partita di esibizione, ma in una sola settimana i toni della comunicazione della squadra sull’infortunio di KD sono cambiati.

Dalla prospettiva di rivedere Durant in campo addirittura prima della pausa per l’All-Star Game a quella di uno stop di fatto a tempo indeterminato. “Siamo sicuri che Kevin (Durant, ndr) giocherà ancora in questa stagione, ma solo quando sarà pronto per farlo“, così coach Nash.

Monitoreremo attentamente le sue condizioni e ci accerteremo di rimetterlo in campo nelle condizioni in cui era prima di fermarsi, sui tempi deciderà Madre Natura in parte, e in parte il percorso di recupero e la sua capacità di aumentare i ritmi di lavoro quando starà abbastanza bene da tornare. E non in modo prematuro“.

Infortunio Durant, Nash: “Come avere Lamborghini in garage e non poterla usare”

Kevin Durant ha 31 anni e un infortunio serio alle spalle, peraltro avvenuto nel giugno 2019 durante le finali NBA in circostanze peculiari. Infortunatosi al polpaccio sinistro durante il secondo turno di playoffs, Durant e gli Warriors fecero di tutto per rientrare in tempo per le finali.

Finals che per KD durarono soli 13 minuti, in gara 5 prima della rottura del tendine d’Achille delle gamba sinistra.

Circostanze che i Brooklyn Nets vogliono evitare come la peste, anche a costo di rinunciare per un periodo esteso a un giocatore come Durant. “Ha superato uno degli infortuni più terribili per un giocatore di basket ed è tornato a livelli da All-Star se non da MVP, il fatto di doversi fermare lo ha deluso, questo è certo“.

E siamo tutti delusi“, continua Nash E’ come avere una Lamborghini in garage e non poterla usare. Ce la caveremo comunque senza Kevin, risponderemo come si deve sempre fare nella vita. E risponderà anche lui come ha già fatto tante altre volte in carriera, noi abbiamo fiducia in lui e nel suo fisico“.

Senza Durant, i Nets hanno vinto 8 partite di fila guidati da James Harden e Kyrie Irving, e hanno oggi un record di 22 vittorie e 12 sconfitte, a sola mezza gara dal primo posto nella Eastern Conference.

You may also like

Lascia un commento