Wizards, John Wall (piede sinistro) vedrà specialista: "Vederci chiaro"
127922
post-template-default,single,single-post,postid-127922,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Wizards, John Wall si ferma per un problema al piede sinistro, “considera l’intervento” e 6-8 mesi di stop

Wizards, John Wall si ferma per un problema al piede sinistro, “considera l’intervento” e 6-8 mesi di stop

Wizards, John Wall consulterà uno specialista per il problema al piede sinistro, uno sperone osseo, che sta condizionando la stagione del 5 volte All-Star di Washington.

Wall è stato costretto a saltare la partita di venerdì notte alla Capital One Arena di Washington D.C.. Gli Wizards, privi di Otto Porter, Wall e Markieff Morris sono stati sconfitti per 101-92 dai Chicago Bulls di Zach LaVine, cadendo a 13-23, 10 partite sotto il .500 di vittorie.

John Wall si sottoporrà ad una visita specialistica nella giornata di sabato, come riportato da Candace Buckner del Washington Post. L’ex kentucky Wildcats ha rivelato nelle scorse settimane di soffrire da tempo di tale problema fisico, ma di aver sempre cercato di sopportare e giocare sopra il dolore.

Nelle ultime settimane, fastidio ed infiammazione sarebbero aumentate al punto tale non consentire alla star degli Wizards di muoversi efficaciemente per il parquet. Da qui la decisione di vederci più chiaro, e tentare di risolvere il problema.

Wall sarà quindi con tutta probabilità indisponibile per il prossimo impegno dei suoi Washington Wizards, la sfida casalinga contro gli Charlotte Hornets in programma domenica 30 dicembre. Il posto di Wall in quintetto base sarà coperto da Tomas Satoransky.

Così coach Scott Brooks sulle condizioni fisiche di John Wall:

Un problema del genere può essere davvero condizionante per un giocatore del suo livello. Finora John è stato in grado di gestire il fastidio, ci sono giorni buoni e giorni meno buoni, John ha una grande resistenza al dolore ed una grande capcità di sopportazione (…) ci sono alcune sere però, come stasera, in cui John non è proprio in grado di scendere in campo. E’ arrivata per lui l’ora di consultare uno specialista, vedremo quali sarrano gli esiti e le decisioni

– Scott Brooks su John Wall –

 

Gli infortuni sono diventati un problema non da poco in casa Wizards. Dwight Howard è fermo da novembre a causa di un problema alla schiena che lo terrà ai box per almeno altri due mesi.

Otto Porter Jr è invece alle prese con un problema muscolare alla gamba destra, problema che ha interssato anche il ginocchio e che ha costretto il giocatore a saltare le ultime 9 gare dei suoi Wizards. Un problema al collo ha invece costretto Markieff Morris in panchina durante la sfida di venerdì notte a Washington.

Update: John Wall opta per l’intervento, 6-8 mesi di stop

 

Come riportato da Candace Buckner nella serata di sabato, dopo il consulto specialistico John Wall starebbe seriamente considerando l’ipotesi di intevento chirurgico. Un ricorso all’operazione potrebbe risolversi in uno stop di almeno 6-8mesi per Wall. Un eventuale lungo stop per l’ex Kentucky porrebbe con ogni probabilità la parola fine alle speranze di risalita e di playoffs nella capitale.

Al momento, come riportato da Shams Charania di The Athletic, una decisione sull’intervento verrà presa non prima di una settimana, sebbene fonti interne agli Wizards vedono un John Wall “molto propenso” all’intervento.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment