Karl-Anthony Towns torna in campo: “Io resto qui, i Twolves non sono più il circo che erano”

Karl-Anthony Towns torna in campo dopo 15 partite di assenza per infortunio, ed i Minnesota Timberwolvs sfiorano il colpaccio ad Indianapolis contro i Pacers ma cedono per 116-114.

Towns aveva saltato quasi un mese di regular season a causa di un problema al ginocchio sinistro, infortunio su cui i Twolves hanno agito ed agiranno con estrema cautela: coach Ryan Saunders ha dichiarato che i minuti della giovane star della squadra saranno limitati a non più di 28, almeno per il momento.

Contro i Pacers, Towns ha ripreso il suo posto in quintetto base e chiuso la sua partita con 27 punti e 5 rimbalzi, ed i Twolves vanno davvero vicini ad una vittoria insperata con l’attacco di Indiana che si blocca nel quarto periodo (22-17 il parziale), Malcolm Brogdon ci mette una pezza segnando il canestro del definitivo +2 a 18 secondi dal termine.

Doppia doppia da 12 punti e 10 assist per Brogdon, Pacers trascinato dai 28 punti di T.J. Warren in una partita in cui Domantas Sabonis è limitato dai falli a soli 25 minuti e 5 tiri dal campo. Per Minnesota, che non può ancora schierare Allen Crabbe appena arrivato da Atlanta, 22 punti e 4 assist per Andrew Wiggins.

Wiggins che dopo la partita si dice felice di aver ritrovato il suo compagno di squadra dopo tanto tempo: “Abbiamo dovuto passare momenti duri senza di lui, sono felice di riaverlo in squadra, ha giocato bene e non sono sorpreso, lui è un talento naturale“.

L’assenza di Towns e le difficoltà di una squadra che fatica a trovare del talento da mettere attorno alla coppia Towns-Wiggins ha dato spazio a voci e speculazioni di un “KAT” scontento della situazione, e addirittura sul piede di partenza. Ipotesi al momento non praticabile, con Towns al primo anno di una estensione contrattuale quinquennale al massimo salariale e – parole sue – “assolutamente coinvolto” nel progetto dei Timberwolves.

Io faccio il mio lavoro, torno a casa e so cosa accade e dove” Così Towns a Chris Hine dello Star Tribune di Minneapolis “E c’è un motivo per cui si montano certe storie: la gente ha bisogno di vendere giornali, link e click, ad ogni costo. Io sono un giocatore dei Minnesota Timberwolves, sono fortunato ad avere un allenatore come Ryan Saunders ed presidente come Gersson Rosas, i discorsi senza senso non mi importano (…) se ci sono problemi, li affrontiamo a porte chiuse, in casa come una vera famiglia, questo non è più il circo di una volta“.

E’ passato poco più di un anno a Minneapolis dalla rottura pubblica con Jimmy Butler, la franchigia ha rinnovato i vertici, salutando Tom Thibodeau e portando in estate l’ex assistente di Daryl Morey ai Rockets Gersson Rosas. I Twolves di oggi hanno lanciato un nuovo programma di “player development” che ha riguardato in primis le due stelle della squadra Andrew Wigggins e Towns: “Tutto quello che viene fatto qui è per aiutare Towns a diventare il miglior giocatore e la miglior persona possibili“, così Rosas “E noi sappiamo che lui apprezza tutto questo. Sta avendo la sua miglior stagione e noi lo stiamo stimolando a dispiegare tutto il suo potenziale, abbiamo la possibilità di costruire qualcosa di importante qui con lui, attorno a lui“.

Michele Gibin

Capo Redattore della redazione News di NBAPassion.com, tifa per il bel giuoco

Condividi
Pubblicato da
Michele Gibin

Post recenti

Marbury promette 10 milioni di mascherine a NY per combattere il covid-19

Arriva una bella notizia dalla lotta contro il Coronavirus e questa volta il protagonista è…

9 ore fa

Da Teodosic a Daye, i migliori attaccanti della Lega Basket Serie A

Con la stagione attuale che va verso lo stop definitivo -con relativa non assegnazione dello…

14 ore fa

Coronavirus, Christian Wood irritato per la fuga di notizie, Casey lo difende: “Non deve più accadere”

La rapida diffusione del Sars-CoV-2 ha generato una serie di problematiche a livello globale, coinvolgendo…

15 ore fa

Lega Basket Serie A pagelle: top e flop della Regular Season

In questo momento di grande incertezza nel mondo della palla a spicchi e non solo,…

16 ore fa

Bill Wennington ricorda i 55 punti di Michael Jordan ai Knicks, 25 anni dopo

Solo alla quinta partita giocata dopo il suo ritiro durato 17 mesi, Michael Jordan rifilò…

16 ore fa

La NBA ai tempi del Covid

Abbiamo appena scoperto l’esistenza della sezione Classic Games nel League Pass appena attivato gratuitamente. Questo…

18 ore fa

Questo sito utilizza i cookies

Leggi