Kerr, Klay, Embiid, Drake, le reazioni del mondo NBA all’infortunio di Kevin Durant

Kevin Durant tempi di recupero-kevin durant operazione

Tante le reazioni, tra compagni di squadra e colleghi, alla notizia dell’infortunio di Kevin Durant.

La star dei Golden State Warriors rischia seriamente di pagare un prezzo salatissimo per la sua rincorsa alle finali NBA 2019, iniziate in panchina per via di un problema muscolare e durate solo 12 minuti dell’eroica e drammatica gara 5 a Toronto.

Come anticipato dai vertici della squadra, Durant ha riportato con ogni probabilità una lesione al tendine d’Achille della gamba destra, in attesa della risonanza magnetica che verrà effettuata nella giornata di martedì. Nel post partita un mix di orgoglio e comprensibile scoramento per i compagni di KD, che tra due giorni toneranno in campo alla Oracle Arena di Oakland per forzare una gara 7 in trasferta.

Le reazioni all’infortunio di Durant: Klay e Steph

Klay Thompson raggiunge nel post partita la crew di NBA TV, ed incoraggia il suo compagno: “Nessuno di noi è mai stato arrabbiato con Kevin, dover giocare senza il nostro miglior giocatore è stata una cosa pessima per noi, in passato abbiamo visto tante squadre perdere il loro giocatore di riferimento per infortunio, quest’anno è successo a noi (…) è una sensazione strana, siamo carichi per la vittoria ed allo stesso tempo, una cosa così è davvero dura da accettare, ti lascia quasi svuotato. Io conosco bene Kevin, so che è un combattente e so che tornerà più forte di prima. Ha ancora tanta pallacanestro da giocare e tantissimo da dare“.

Solo tanto rispetto per Durant, ha messo la sua salute fisica al secondo posto per la squadra, questo la dice lunga su di lui, ci mancherà. Il solo rivederlo in campo con ci aveva dato fiducia, e ora…

Steph Curry: “Anche in un contesto super competitivo come le finali NBA, la vita di tutti i giorni rimane la cosa più importante. Abbiamo visto tutto l’impegno, tutta la dedizione che (Durant, ndr) ha impiegato per esserci, tutto ciò che è stato detto su di lui per tutto l’anno. Kevin ci ha dato quello che poteva, si è sacrificato (…) mi dispiace davvero tanto per lui“.

La reazione del pubblico? (i tifosi dei Raptors hanno inizialmente gioito nel vedere Durant a terra, per poi tributare il giusto applauso al giocatore, ndr) Ho vissuto qui per anni, ed amo questo pubblico, la loro reazione mi ha lasciato un po’ confuso, non me lo aspettavo. Kyle Lowry e Danny Green sono stati bravi a chiedere rispetto per la persona. Non è questa la Toronto che mi ricordavo, spero non ci siano altri episodi del genere più avanti

Le reazioni all’infortunio di Durant: Nurse e Kerr

Nick Nurse, head coach dei Toronto Raptors: “Si è fatto male da solo, e non è mai un buon segno quando accade. Kevin Durant è uno dei mie giocatori preferiti, personalmente, vedere un infortunio così ti lascia sempre triste”.

Coach Steve Kerr fatica a trovare parole consone per il momento: “Come ho detto ai ragazzi prima, non ci sono parole. Sono davvero orgoglioso di loro per il cuore e la volontà di soffrire che hanno dimostrato, e sono davvero devastato per Kevin (Durant, ndr), mi sento davvero male per lui. Una grande vittoria ed una perdita terribile allo stesso tempo, per noi“.

Le reazioni all’infortunio di Durant: i giocatori NBA su Twitter

Tante le reazioni, i commenti ed i messaggi a Kevin Durant via social network, da tanti colleghi ed avversari NBA.