fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBrooklyn Nets Kevin Durant sui suoi tempi di recupero: “Non aspettatemi in questa stagione”

Kevin Durant sui suoi tempi di recupero: “Non aspettatemi in questa stagione”

di Michele Gibin

Kevin Durant predica calma e pazienza sui suoi tempi di recupero, e consiglia i tifosi dei Brooklyn Nets di non aspettarlo in questa stagione.

KD ha messo al corrente il pubblico sul suo percorso di recupero dall’infortunio dello scorso giugno durante le finali NBA 2019 contro i Toronto Raptors, ospite dello show radiofonico “Ebro in the Morning”: “E’ un processo lungo, ci vorrà tanto tempo e si vedrà giorno per giorno. Oggi sono al lavoro per due o tre ore al giorno, ma non voglio accelerare o correre troppo. Le cose che farebbe chiunque altro con un infortunio come il mio”.

Se aggiusterò il mio modo di giocare? Ci penso ogni giorno anche se è ancora presto, dipenderà da tante cose, dal mio stato di forma quando tornerò ad allenarmi. Io sono sempre lo stesso giocatore, spero di dover solo prendere alcuni accorgimenti. Si tratta di ritrovare forma e ritmo

Durant ha riportato la rottura del tendine d’Achille della gamba sinistra in gara 5 delle finali NBA 2019 a Toronto, nella stessa partita in cui l’ormai ex giocatore dei Golden State Warriors aveva fatto il suo rientro dopo un mese di assenza per un problema muscolare al polpaccio.

Nei giorni precedenti l’inizio del training camp per i Nets, il general manager della squadra Sean Marks aveva allontanato alla prossima stagione il rientro di Durant, dichiarando che “la squadra agirà come se Kevin non dovesse tornare” durante la stagione 2019\20. Purtuttavia non escludendo a priori un recupero più celere.

Kevin Durant: “Knicks? Hanno un problema… non sono più cool”

Kevin Durant ha già avuto modo di spiegare il perché della sua decisione di raggiungere i Brooklyn Nets. La partnership futura con Kyrie Irving e DeAndre Jordan, due tra i giocatori NBA più vicini a Durant oggi, e l’apprezzamento per il lavoro del front office nell’assemblare una squadra con ambizioni di titolo i capisaldi della scelta di KD.

Kevin Durant tempi di recupero

Kevin Durant e Kyrie Irving, oggi compagni di squadra

Durant che per tutta la stagione 2018\19 era stato accostato ai New York Knicks, che dopo una free agency priva di colpi sensazionali hanno però messo assieme una squadra interessante. Il due volte campione NBA, oggi ai Nets, ha speso alcune parole sullo stato attuale dell’altra squadra di New York:

Tanti tifosi dei Knicks sono troppo giovani per ricordarsi di quando la squadra vinceva. Io li ho visti alle finali (era il 1999,ndr) ma altri no. Oggi il brand New York Knicks non è cool come il brand Golden State Warriors, o come quello Lakers o anche Nets, ora come ora. Oggi i Knicks non sono cool

Ho pensato alla soluzione Knicks” Confessa poi Durant “Ma non fu una soluzione che presi in grande considerazione, non ho fatto grandi analisi

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi