fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsMilwaukee Bucks Khris Middleton da 51 punti contro gli Wizards: “Il mio modo di ringraziare Kobe”

Khris Middleton da 51 punti contro gli Wizards: “Il mio modo di ringraziare Kobe”

di Michele Gibin

Senza Giannis Antetokounmpo, out per un problema alla spalla destra, toccava a Khris Middleton guidare l’attacco dei suoi Milwaukee Bucks contro gli Washington Wizards.

E Khris Middleton ha risposto presente, siglando il suo massimo in carriera di 51 punti nella facile vittoria dei Bucks per 151-131 al Fiserv Forum. Per la star dei Bucks una prova da 16 su 26 al tiro, 7 su 10 al tiro da tre punti ed un perfetto 12 su 12 ai tiri liberi. Milwaukee Bucks che segnano 88 punti nel solo primo tempo (recorsd stagionale) in una partita che inizia a malapena con la morbida difesa Wizards che non ha armi da opporre al miglior attacco della NBA assieme a quello dei Dallas Mavericks.

Per Middleton e compagni, quella di martedì è la sedicesima vittoria nelle ultime 20 partite, e la nona consecutiva: “Kobe era il mio giocatore preferito, uno dei pochi assieme a Jordan, non è un momento facile ma voglio dedicare questa partita a lui” Così Khris MiddletonE’ il mio modo per ringraziarlo per quello che ha fatto per il gioco, ho imparato tanto da lui“.

28 dei 51 punti di Middleton sono arrivati nel solo primo tempo, per i Bucks ci sono anche 34 punti con 10 assist per Eric Bledsoe. Middleton che dopo la fine della partita si è fatto consegnare il pallone della gara: “Gli troverò un posto speciale“.

Il suo gioco è veramente vario, ricco di sfumature” Così coach Mike BudenholzerTanti i modi in cui sa fare canestro. Credo che finalmente la NBA stia iniziando ad apprezzarlo, il suo ed il nostro successo come squadra, ora tanti sanno quanto (Middleton, ndr) sia bravo“.

Donte DiVincenzo, guardia al secondo anno dei Bucks: “Due giorni veramente duri, essere stati in grado di scendere in campo e distrarsi, sorridere e giocare e vincere è stato positivo. Khris ha avuto la mentalità giusta per tutta la partita“. Agli Wizards non è bastata per rimanere in gara la prova da 47 punti (13 su 31 al tiro) di Bradley Beal.

Bucks, Marc Lasry è ambizioso: “70 partite, come i Bulls di Jordan”

Reduci dalla trasferta di Parigi per il primo NBA Paris Game, i Bucks (41-6) mettono nel mirino un traguardo ad alto contenuto simbolico, le 70 vittorie in stagione regolare riuscite nella storia a sole 2 squadre: i Chicago Bulls 1996 di Michael Jordan e Scottie Pippen, ed i Golden State Warriors di Steph Curry nel 2016.

Secondo Marc Lasry, co-proprietario dei Bucks, l’obiettivo è alla portata: “A Parigi ho parlato con Jordan (proprietario degli Charlotte Hornets, avversari dei Bucks, ndr), lui mi ha detto che si, possiamo farcela, ma  i ha consigliato di concentrarci sul titolo NBA e non sui record“.

Cosa gli ho risposto? Che i Milwaukee Bucks possono fare entrambe le cose: vincere 70 partite e vincere il titolo, io ci credo. La nostra squadra è unica, i giocatori si sacrificano per il compagno, cercano il compagno, cosa che non si vede spesso nella NBA. Si, credo che siamo abbastanza bravi per provarci, e per riuscire

E con un Khris Middleton da 51 punti come contro Washington, sarà possibile, secondo Lasry: “Khris sarà ancora un All-Star“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi