fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsGolden State Warriors Klay Thompson, c’è la rottura del legamento crociato anteriore

Klay Thompson, c’è la rottura del legamento crociato anteriore

di Lorenzo Brancati

La sfortuna dei Golden State Warriors non si è fermata neppure nella partita che ha assegnato il titolo agli avversari, i Toronto Raptors. Dopo i diversi infortuni rimediati in queste Finals, su tutti quello devastante di Kevin Durant, dovranno fare i conti anche con un nuovo lungo stop. Klay Thompson ha infatti sofferto la rottura del legamento crociato anteriore sinistro, come confermato da Adrian Wojnarowski.

Secondo l’insider di ESPN, il giocatore dovrà stare fermo almeno fino a febbraio del prossimo anno. Con Durant che si vocifera sarà ai box per la totalità della prossima stagione, questo infortunio, anche qualora dovessero restare entrambi nella Baia, complica non di poco le speranze playoff della squadra.

Secondo nuove stime, comunque, riportate da Chris Haynes per Yahoo Sports, il recupero del giocatore potrebbe richiedere anche fino a 10 mesi, tenendolo lontano dal campo per tutta la stagione regolare.

Il legamento crociato del ginocchio sinistro di Thompson ha ceduto quando ci è atterrato malamente sopra, dopo un fallo subito da Danny Green. Mancavano 2 minuti e 20 secondi alla fine del terzo quarto, e sul momento Klay non voleva saperne di abbandonare i suoi. Dapprima è tornato in campo per mettere a segno entrambi i liberi guadagnati con il fallo subito, poi ha cercato di fare e dire di tutto per convincere i suoi a farlo rientrare in campo.

Questa volta, memori anche dell’episodio Durant, il GM Bob Myers e il dottore di squadra Rick Celebrini non hanno sentito ragione e l’hanno costretto a lasciare l’incontro.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi