Kobe Bryant su Giannis: "Prendeva appunti durante, ha la mentalità giusta"
134343
post-template-default,single,single-post,postid-134343,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Kobe Bryant su Giannis: “Prendeva appunti durante i workout, ha la mentalità giusta”

Antetokounmpo Kobe

Kobe Bryant su Giannis: “Prendeva appunti durante i workout, ha la mentalità giusta”

Kobe Bryant ha dispensato consigli ed istruzioni di “Mamba Mentality” a piene mani recentemente, attività parte della sua nuova carriera di storyteller e motivatore.

Durante una sessione di Q&A curata da Frank Isola di The Athletic, la leggenda dei Los Angeles Lakers ha citato in un esempio la grande etica lavorativa di Giannis Antetokounmpo, uno dei nuovi volti della NBA, lodandone l’attenzione ai dettagli e la voglia di imparare:

Io e Giannis ci siamo trovati in estate per qualche work-out. Lui si presentò in palestra un’ora e mezza prima dell’appuntamento, prima di iniziare abbiamo scambiato qualche parola per una ventina di minuti e lui ha tirato fuori un taccuino ed ha cominciato prendere appunti: ‘Cosa hai detto su quel lavoro di piedi? Quella marcatura?’ E si scriveva tutto. Dopo l’allenamento, idem. Giannis si è seduto ed abbiamo parlato per un’ora. Mi ha chiesto consigli su accoppiamenti difensivi che gli avevano creato problemi in stagione… lui se ne stava seduto e scriveva (…) non sono sorpreso dai suoi miglioramenti, sono frutto dello studio

Chiosa Bryant: “Giannis ha la mentalità giusta, vuole migliorare ed ha appena iniziato a grattare la superficie di quello che potrà diventare“.

Sebbene l’idea di un Giannis Antetokounmpo esponenzialmente migliore di quello visto sinora (un forte candidato al premio di MVP stagionale) possa comprensibilmente atterrire i suoi avversari, il primo banco di prova importante per la carriera del greco non tarderà ad arrivare.

I playoffs NBA partiranno tra poco meno di un mese, ed i Milwauke Bucks e la loro giovane star avranno gli occhi del mondo cestistico puntati addosso.

View this post on Instagram

Non toppano quasi mai, e se lo fanno la loro squadra vince lo stesso. James Harden e Giannis Antetokounmpo continuano l'inseguimento al trono di migliore della Lega. Il Barba chiude con 41 punti, 9 rimbalzi, 11 assist, 6 recuperi e 3 stoppate nella vittoria contro Phoenix. Mai nessuno aveva mai effettuato una prestazione del genere, da almeno 40 p/10 a/5 st. Nona vittoria nelle ultime dieci per i Rockets, che volano spediti verso il 3° posto occupato dai Thunder. Dall'altra parte, Giannis Antetokounmpo guida i Bucks alla rimonta più grande della storia NBA. Non era mai accaduto, infatti, che una squadra sotto di 20 all'intervallo riuscisse poi a vincere di 15 punti. Milwaukee dimostra ancora una volta la sua compattezza, distruggendo Miami nel secondo tempo (71-36) e aggiudicandosi la 52esima vittoria della stagione. Giannino chiude un'altra super prestazione da 33 punti, 16 rimbalzi, 9 assist, 2 recuperi e 3 stoppate. Ad un passo dalla sesta tripla doppia stagionale. La lotta per l'MVP è più aperta che mai. Tuttavia, i pretendenti sembrano essere solo due in questo momento: chi vincerà alla fine l'ambita statuetta? #nbapassion #nba2k19 #NBA #basketball #MVP #giannisantetokounmpo #jamesharden #milwaukee #bucks #miami #heat #NBAStats

A post shared by NBA Passion (@nbapassion_com) on

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment