fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationEvidenza Lakers, LeBron James diventa il giocatore più vincente nella storia dei playoffs NBA

Lakers, LeBron James diventa il giocatore più vincente nella storia dei playoffs NBA

di Michele Gibin

La vittoria dei Los Angeles Lakers in gara 3 delle semifinali di conference contro gli Houston Rockets coincide con la vittoria numero 162 ai playoffs di LeBron James, che supera Derek Fisher e diventa il giocatore più vincente nella storia della post-season NBA.

A Orlando, i Lakers si riprendono il vantaggio nella serie battendo per 112-102 i Rockets, grazie ad un quarto quarto da 30-20 ed alle prove eccellenti di LeBron, Anthony Davis e di un Rajon Rondo ancora decisivo in uscita dalla panchina.

La difesa dei Lakers sale e di livello nel secondo tempo, in cui Houston segna soli 38 punti nonostante il riscatto di Russell Westbrook (30 punti con 8 rimbalzi e 6 assist), i giallo viola si impongono questa volta nettamente a rimbalzo (43 a 30 il totale) e Anthony Davis è quasi perfetto dal campo, con 9 su 13 al tiro e 26 punti con 16 rimbalzi e 6 assist.

Rajon Rondo ripaga la fiducia di James e coach Frank Vogel con una prova da 21 punti e 9 assist in 30 minuti, con 3 su 5 al tiro da tre punti, in una serata in cui anche Kyle Kuzma dalla panchina si fa sentire (14 punti in 24 minuti per il prodotto di Utah).

La partita è combattutissima per tre quarti, con ben 16 cambi di vantaggio tra le due squadre, e solo nei minuti finali i Lakers riescono ad emergere come già fatto in gara 2. LeBron, che in partita ha fatto registrare altri record personali, ha chiuso con 36 punti, 7 rimbalzi, 5 assist e 4 stoppate, ed una presenza difensiva costante in 38 minuti di gioco.

Dopo la partita, LeBron James commenta il prestigioso traguardo personale ai playoffs: “Che dire, è qualcosa che non avrei neppure osato sognare, quando ho iniziato non avevo certo l’obiettivo di diventare il primo di sempre per vittorie ai playoffs. Ho sempre cercato di essere parte di una cultura vincente e aiutare la mia squadra ed i miei compagni a vincere, e questo è il risultato“.

Niente di tutto questo sarebbe stato possibile senza i miei compagni, gli allenatori ed i gm con cui ho lavorato in questi anni, tutti loro hanno avuto una parte in questo traguardo, sia a Cleveland che a Miami ho avuto la fortuna di far parte di organizzazioni che mi hanno permesso di essere parte di qualcosa di storico“.

Lakers, Vogel vince la scommessa Rondo, LeBron James: “Fatto apposta per i playoffs”

In gara 2 e gara 3, il risultato ha premiato la scommessa di coach Vogel di puntare su Rajon Rondo, che non aveva giocato a Orlando prima di gara 1 della serie contro i Rockets a causa dell’infortunio alla mano destra riportato dopo appena due giorni di allenamenti nella “bolla”  NBA. Dopo una prima partita con troppi errori e palle perse, l’ex Celtics è stato decisivo nelle ultime due uscite, e con 12 punti nel solo quarto periodo nella terza partita della serie.

Rondo? Si spiega così: per prima cosa, siamo veterani e non sappiamo ancora quanto ci resta da giocare a questi livelli, per cui c’è anche la componente dell’orgoglio” Così LeBron James su RondoE poi, alcuni sono fatti per i momenti decisivi, altri meno. E quando spendi così tanto tempo ed energie per prepararti mente e fisico sui playoffs, non importa quali circostanze, quale situazione: riesci ad emergere“.

Dei 36 punti di James, 29 sono arrivati nel primo tempo quando i Lakers hanno faticato in attacco, con troppe palle perse nonostante le buone percentuali al tiro. I Rockets hanno chiuso in vantaggio per 64-61 la prima metà di gara.

LeBron è incredibile, la carica che riesce a darci con certe giocate da supereroe non si può descrivere“, così Vogel “L’ho già detto quando si parlava di MVP: nessuno incide più sulle vittorie della sua squadra di LeBron James, e questa stagione non fa eccezione. Questo è il motivo per cui dovrebbe vincere l’MVP“.

Quello che riesce a fare alla sua età è ancora incredibile“, Anthony Davis dopo la gara “Ad ogni partita fa un nuovo record, sono davvero contento di essere un suo compagno di squadra ed assistere allo spettacolo dalla prima fila“.

Per i Rockets, non sono bastate le ottime prove di Westbrook e James Harden (33 punti con 9 rimbalzi e 9 assist). Houston ha giocato senza Danuel House, che ha dovuto dare forfait sole due ore prima della palla a due per “motivi personali” che i Rockets hanno precisato non essere legati al coronavirus. Mike D’Antoni ha incassato nel quarto quarto anche l’infortunio di Robert Covington, colpito fortuitamente al volto da Anthony Davis con una gomitata: l’ex giocatore dei Minnesota Timberwolves è rimasto in campo ma la sua presenza per gara 4 sarà da valutare per le prossime ore.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi