fbpx
Home NBANBA TeamsLos Angeles Lakers Lakers OK contro i Pelicans, un LeBron da 40 punti impressionato da Zion: “E’ speciale”

Lakers OK contro i Pelicans, un LeBron da 40 punti impressionato da Zion: “E’ speciale”

di Michele Gibin

I Lakers e LeBron James ripartono dopo la giornata più dura, quella dell’addio a Kobe Bryant, ed allo Staples Center battono i New Orleans Pelicans di Zion Williamson, in lotta per un posto ai playoffs.

E per avere la meglio sullo scatenato Williamson occorrono 40 punti di LeBron James, massimo in stagione, che colpisce con precisione anche al tiro da tre punti e sopperisce in attacco alla cattiva serata di tiro di Anthony Davis. Per LeBron 17 su 27 dal campo e 5 su 11 dalla lunga distanza, un periodo da mano calda per lui dopo il 4 su 10 di domenica contro i Celtics.

James e Danny Green segnano 10 delle 13 triple di squadra dei Lakers, dall’altra parte Zion Williamson segna 29 punti in 33 minuti, la sua nona partita consecutiva da almeno 20 punti che lo porta in territori noti solo a Carmelo Anthony, in materia di rookie. Williamson gioca ampi minuti da “5” per coach Alvin Gentry e sfida senza timori la front line più forte della lega, quella composta da Davis, JaVale Mcgee e Dwight Howard, e si procura ben 19 tiri liberi (13 su 19 a fine gara). L’ex Lakers Brandon Ingram ci aggiunge 34 punti con 7 rimbalzi.

Come già accaduto contro Boston, LeBron James si procura tanti buoni tiri portando il più piccolo Jrue Holiday spalle a canestro ed approfittando dei mancati raddoppi. I Lakers si scavano nel secondo quarto un vantaggio rassicurante (64-56 prima dell’intervallo), ma subiscono il ritorno Pelicans nel quarto periodo, quando però la difesa dei padroni di casa sale d’intensità e chiude la partita (114-104 su appoggio di LeBron James a circa 2 minuti dal termine).

Nel post gara, LeBron ha solo complimenti per Zion Williamson: “Sta giocando davvero bene, e non potrà che migliorare ancora, e tanto. Credo che il gioco oggi sia fatto per lui: ritmi alti, lo stile dei Pelicans è fatto su misura per lui, il campo è largo e si gioca su tanti possessi, e lui sa sfruttarli. Il ragazzo è speciale“.

E’ un grande giocatore“, Anthony Davis non brilla particolarmente contro la sua ex squadra, ma con 6 stoppate si dimostra invalicabile in difesa. AD si è trovato per larghi tratti in marcatura contro Williamson, sperimentandone la rande rapidità di piedi “Ha questo primo passo esplosivo, veloce, migliorerà ancora tanto“.

La sconfitta dei Pelicans (25-33) è arrivata in concomitanza con quella dei Portand Trail Blazers (26-33), battuti in casa senza Damian Lillard dai Boston Celtics. Pels e Blazers restano così rispettivamente a 4 e 3.5 gare di distanza dall’ottavo posto dei Memphis Grizzlies (28-29).

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi