Lauri Markkanen sulla stagione 2019/20: “Nessuna pressione, felice di essere al centro del progetto”

Dopo una stagione travagliata, che ha visto l’esonero di Fred Hoiberg, i Chicago Bulls dichiarano di puntare sul roster attuale e su coach Jim Boylen. Il tre volte campione NBA da assistente (due volte con i Rockets e uno con gli Spurs) è stato confermato per la sua seconda stagione da head coach sulla panchina dei Bulls.

Boylen, però, è solo uno dei volti principali della ricostruzione della franchigia di Chicago. Il front office, infatti, ha più volte dichiarato in estate di puntare tutto sulla coppia Lauri Markkanen-Zach LaVine, ritenendolo un possibile duo di stelle NBA. A conferma di tutto ciò ci sono le firme estive di Thaddeus Young e Tomas Satoransky, innesti che portano ai Bulls esperienza e difesa (riducendo i compiti difensivi di Lauri e Zach), affidando quasi totalmente alle due star le chiavi dell’attacco.

Markkanen sulla stagione 2019/20: “Nessuna preoccupazione per le nuove responsabilità”

L’ala grande finlandese ha parlato della nuova stagione e della fiducia della dirigenza dei Bulls nei suoi confronti Ecco le dichiarazioni di Markkanen ai microfoni di NBC Sports Chicago:

I movimenti estivi e le dichiarazioni del front office non mi mettono pressione. Penso che la società abbia fatto un ottimo lavoro firmando giocatori di alto livello. La scorsa stagione ho giocato contro Young più volte. È davvero un buon giocatore, molto fisico e un gran leader difensivo. Mi è piace molto parlare e allenarmi con lui. Quindi questa situazione non mi mette pressione, ma anzi mi dà ancora più motivazioni e più voglia di lavorare per migliorarmi e per giocare al meglio la prossima stagione

C’è chi spesso ha frainteso il comportamento pacato e in apparenza poco agonistico di Markkanen (che per questa stagione è stato addirittura inserito nella top 50 di ESPN), interpretandolo come un segno di mancanza di leadership e di scarsa voglia di prendersi responsabilità. Non è così:

Non sto e non voglio scappare dalle mie responsabilità. Penso di essere diventato più forte e di essere cresciuto molto in questa estate e sono felice di essere al centro del progetto. In questi mesi ho lavorato molto sulla difesa e su nuovi modi di giocare in fase offensiva proprio per poter essere un punto di riferimento per i compagni

Durante la off-season 2018/19, Markkanen aveva messo su massa muscolare (come si poteva notare dalle foto che metteva sui suoi account social). Questo impegno e i suoi risultati avevano creato grandi aspettative per la sua seconda stagione. Però, una grave lesione al gomito destro subita durante il traing camp, aveva costretto la giovane stella dei Bulls a stare lontano dal parquet di gioco fino a inizio dicembre. Infortunio che ha limitato Markkanen a sole 52 partite, con una media di 18,7 punti e 9,0 rimbalzi a gara

Anche quest’anno sembra che Lauri abbia lavorato sul suo fisico e c’è chi pensa che questo possa procurargli un nuovo stop. Lauri, però, non è d’accordo: “Per quanto riguarda il peso, ho aumentato la mia massa muscolare in questi anni, ma non sono molto più pesante e non penso che l’infortunio sia collegato a questo. Poi la mia forza si trova lì”.

In chiusura di intervista non poteva mancare la domanda a Markkanen sulle aspettative della stagione 2019/20 per i Bulls e se ci sono possibilità di arrivare ai playoffs.

I playoffs sono il nostro obiettivo. Per me, mancarli per il terzo anno di fila sarebbe un è un peccato. Il mio desiderio più grande è proprio disputare finalmente la off-season. Ma, ora come ora, ci pensiamo poco quando ci alleniamo. Il coach dice sempre di pensare a migliorarci, giorno per giorno. A fine regular season faremo i conti e vedremo dove siamo arrivati

Giovanni Oriolo

Sono un ragazzo di 18 anni, vivo a Roma, ma sono nato a Biella. Infatti tifo Eurotrend Biella e Chicago Bulls

Condividi
Pubblicato da
Giovanni Oriolo

Post recenti

Atlanta Hawks: tensioni in spogliatoio, la squadra rassicura Trae Young: “Rinforzi”

Shams Charania di The Athletic riporta nella sua carrellata in "Inside Pass" di malumori nello spogliatoio degli Atlanta Hawks di…

3 ore fa

Infortunio Zion Williamson, esordio NBA posticipato al nuovo anno?

Zion Williamson, rookie dei New Orleans Pelicans e prima scelta assoluta all'ultimo draft, è ancora fermo ai box a causa…

3 ore fa

Nets, Irving sempre più vicino al rientro, Atkinson: “Passo successivo esercizi con contatto fisico”

Kyrie Irving, superstar dei Brooklyn Nets, è alla prese, oramai da circa un mese, con un infortunio alla spalla destra;…

7 ore fa

Chris Paul, errore contro Portland: “Gli arbitri mi hanno beccato. Ripicca? Voi che pensate?”

Dopo l'episodio che ha coinvolto Chris Paul e Jordan Bell durante il rocambolesco finale tra Oklahoma City Thunder e Minnesota…

9 ore fa

LaMelo Ball fermo per quattro settimane per un infortunio al piede

LaMelo Ball fratello minore di Lonzo Ball, rimarrà fermo per 4 settimane a causa di un infortunio al piede. Giocatore…

12 ore fa

Melo sulla trade dell’amico Chris Paul: “Glielo avevo detto di stare attento”

Nella notte in cui OKC ha pescato la vittoria a Portland per 108 a 96, si sono ritrovati sul campo…

13 ore fa

Questo sito utilizza i cookies

Leggi