fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationLeBron James Media Day Lakers, LeBron James è carico: “Che anno per Los Angeles!”

Media Day Lakers, LeBron James è carico: “Che anno per Los Angeles!”

di Michele Gibin

Media Day per i Los Angeles Lakers, primo giorno di scuola per la squadra più attesa dell’intera NBA: LeBron James e la sua caduta dal trono (quello riconosciutogli ininterrottamente dal 2011 da ESPN) dei giocatori NBA, reduce da una stagione fallimentare ma oggi con una squadra tutta nuova al suo fianco, ed il compagno probabilmente più forte mai avuto (Dwyane Wade potrebbe obiettare) in Anthony Davis.

Chi ha vinto la free agency 2019? Pensiamo ai Nets, pensiamo ai Clippers, ai LakersCosì LeBron JamesChi ha vinto davvero è lo Staples Center, che oggi è diventato IL posto in cui essere. Ci saranno i Lakers, ci saranno i Clippers, un evento ogni partita, i grandi artisti… tutti vorranno venire qui“. Cameratismo nei confronti dei cugini e rivali Clippers, e parole da “impresario” scafato quale è diventato con gli altri LeBron: “Sarà grandioso per la città, oltre a noi ci sono i Rams, USC, ci sono le Kings, i Dodgers, UCLA… l’età dell’oro per un appassionato di sport a Los Angeles“.

Gentry su Davis

LeBron James e Anthony Davis all’ultima Las Vegas Summer League

Ad un anno di distanza dalla prima conferenza stampa di LeBron James & the Young Core, la free agency aggressiva di Rob Pelinka – oggi responsabile in campo del front office dopo le dimissioni burrascose di Magic Johnson – ha assemblato una squadra con un solo obiettivo davanti: il titolo NBA, soprattutto con l’arrivo in squadra di Anthony Davis.

Davis è costato ai Lakers il classico patrimonio, e non c’è dubbio sul suo valore e sulla capacità dell’ex star dei New Orleans Pelicans di adattarsi alla presenza in campo di LeBron James: “Tutti sanno quanto sia forte Anthony Davis” Così James “Che senso ha avere Davis in campo e non passare da lui in attacco? Lui è un giocatore di quel livello. E’ un giocatore efficace, che attira i raddoppi, potremmo passare da lui ogni singola azione. Naturalmente non lo faremo, ma con lui potremmo permettercelo“.

Nei giorni scorso Anthony Davis aveva posto i suoi obiettivi personali per la stagione, puntando dritto al premio di difensore dell’anno, mai vinto dall’ex Pelicans nonostante le tre nomine in uno dei primi due quintetti difensivi NBA. LeBron James apprezza l’ambizione del suo nuovo compagno e rilancia:

Facciamolo. Mi piace la sfida: guardiamo il potenziale offensivo della squadra, io, AD… ma sentire Davis dire “voglio essere il miglior difensore della stagione” in una squadra in cui ci sarà Dwight Howard, che lo è già stato in passato, o JaVale McGee che è un difensore, o con Danny Green che è stato nominato nel primo quintetto difensivo lo scorso anno… beh, è fantastico

Io? A questo punto della mia carriera posso fare tutto quello che la squadra necessità per vincere” Ancora LeBron “Ditemi cosa devo fare, ed io lo farò“.

E’ un LeBron James sereno, e maturo come non mai a 35 anni ma con la voglia di dimostrare che il trono spetta sempre e comunque al Re.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi