fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationLeBron James LeBron James è l’MVP delle finali: “Lakers, ve lo avevo promesso”

LeBron James è l’MVP delle finali: “Lakers, ve lo avevo promesso”

di Michele Gibin

LeBron James ha legittimato il suo titolo di MVP delle finali NBA, il suo quarto in carriera, con la prima tripla doppia della sua serie contro i Miami Heat: 28 punti, 14 rimbalzi e 10 assist per dei Los Angeles Lakers perfetti, che giocano sul velluto e chiudono la partita dopo appena due quarti di gioco.

In gara 5 Miami era riuscita a controllare ritmo e area dei tre secondi, rispondendo poi colpo su colpo alla partita da 40 punti di James e spuntandola con l’errore finale del tanto vituperato Danny Green.

In gara 6, non hanno invece mai avuto una chance, i Lakers non si potevano permettere di sbagliare per due volte di fila l’appuntamento con la loro storia, e le celebrazioni per la memoria ed un’impresa compiuta nel nome di Kobe Bryant. LeBron James non avrebbe permesso che un’altra sconfitta allungasse le discussioni sul suo status nella pallacanestro di oggi, e di sempre.

Un 106-93 senza appello, Anthony Davis e Rajon Rondo sugli scudi assieme a LeBron, ed il Larry O’Brien Trophy che torna “là dove dove stare“, come sottolinea enfaticamente la proprietaria della squadra Jeanie Buss prima della premiazione e della festa.

LeBron James MVP delle Finali: “Ora basta dubbi su di me. Lakers, ve l’avevo promesso”

Non parla molto dopo la partita LeBron James, che durante la premiazione si tiene un poco in disparte. Il premio lo raccoglie rigorosamente dal tavolo messo al centro del campo – ai tempi del covid c’è anche questo – Rajon Rondo, al suo secondo titolo i carriera, mentre James ascolta dalla seconda fila le parole di Adam Silver, di Jeanie Buss e poi quelle da leader di coach Frank Vogel, altro grande condottiero della stagione 2019\20 dei gialloviola.

James indica il cielo, rivolge un pensiero lassù verso Kobe Bryant e la piccola Gianna Maria e poi riceve il suo premio di MVP, l’atto formale che lo rende l’unico giocatore della storia NBA a vincere il trofeo intitolato a Bill Russell con tre squadre diverse.

Quando sono arrivato qui ho detto a Jeanie (Buss, ndr) che avrei riportato questa franchigia là dove si merita di stare“, così James nel post gara. I Lakers sono tornati a vincere dopo 10 lunghi anni ed una ricostruzione dopo la fine dell’era Kobe Bryant “Ora vogliamo rispetto, Rob (Pelinka, ndr) lo vuole, coach Vogel lo vuole, l’organizzazione lo vuole… ed anche io lo pretendo“.

LeBron ripensa alla stagione scorsa ed al flop della sua prima annata ai Lakers: “Pensare di avere qualcosa da dimostrare mi ha motivato, e così è stato per un anno e mezzo dopo l’infortunio, mi ha motivato perché non importa cosa abbia fatto in carriera fino ad oggi, c’erano ancora troppe chiacchiere, troppi dubbi“.

L’aver “resistito” per ultimi assieme ai mai domi Miami Heat nella bolla di Orlando, come se fosse stata una battle royal, aggiunge epicità all’impresa dei Lakers, favoriti d’obbligo sin dal giorno 1 di training camp (sono passati 13  mesi…), e che una volta tanto hanno rispettato ogni previsione. “Cosa mi porto via dalla bolla? Tre cose. La prima, quanto noi tutti siamo stati in grado di spingere e mettere l’attenzione su cosa sta accadendo nel nostro paese. Dal diritto di voto al razzismo alla brutalità della polizia che ancora oggi esistono, siamo rimasti uniti per la causa“.

La seconda cosa è lo spirito di squadra dei nostri, stare con loro tutti i giorni, passare del tempo con loro mia ha aiutato a superare il fatto di stare lontano dalla mia famiglia. Siamo dei fratelli, nulla sarebbe stato possibile senza di loro“.

E la terza“, spiega LeBron “E’ che i Los Angeles Lakers sono campioni NBA, che hanno vinto le Finals NBA 2020. Ne è valsa la pena alla fine“.

View this post on Instagram

I Los Angeles Lakers sono campioni NBA per la diciassettesima volta nella loro storia🔥 Un titolo speciale: per le condizioni in cui è arrivato, dopo la morte di Kobe Bryant, sembra essere il giusto omaggio ad una leggenda della storia della pallacanestro e, più in dettaglio, dei Lakers🙏 LeBron James invece è diventato il primo giocatore della storia NBA a vincere il premio di MVP delle Finals con 3 squadre diverse. Non ci sono più parole per descrivere la grandezza di quest'uomo. Semplicemente il Re, semplicemente uno dei più grandi di sempre! LUNGA VITA AL RE! 👑 COMPLIMENTI AI LAKERS💛💜 8️⃣ MAMBA 4 LIFE 2️⃣4️⃣ ° ° ° #NBApassion #mambaforever #mambaday #lebronjames23 #lebron17 #lebronfan #lakersfan #lakerswin #lakersnews #lakersnation #nbafinals2020

A post shared by NBA Passion (@nbapassion_com) on

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi