Maglia di Magic Johnson delle Olimpiadi '92 battuta all'asta. Quanto vale?
147065
post-template-default,single,single-post,postid-147065,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,no_animation_on_touch,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Maglia di Magic Johnson delle Olimpiadi ’92 battuta all’asta. Quanto vale?

magic-johnson

Maglia di Magic Johnson delle Olimpiadi ’92 battuta all’asta. Quanto vale?

La maglia numero 15 indossata da Magic Johnson nell’Olimpiade del 1992 verrà battuta all’asta. Qualcuno si ricorda la squadra a stelle e strisce che prese parte a quella competizione? Il quintetto base in genere vedeva scendere in campo Magic Johnson, Michael Jordan, Scottie Pippen, Karl Malone e Pat Ewing. Con in panchina giocatori del calibro di John Stockton, Larry Bird, Charles Barkley e David Robinson. Insomma, una squadretta rimediata così in poche ore che annoverava al suo interno tutti giocatori semi-sconosciuti.

Ovviamente, è inutile ribadire che quel team fece strame di qualsiasi squadra incontrò davanti alla sua strada all’Olimpiade di Barcellona. Sangue sul selciato ovunque. Basta vedere il risultato netto della finale: un sonoro 117 a 85 rifilato alla Croazia che non giocava con una squadra di novellini. Sicuramente quello messo in campo dagli USA era uno dei team più forti di sempre, se non il più forte: un vero e proprio Dream Team.

Quanto vale la maglia numero 15 di Magic Johnson?

Perciò, avere un cimelio di quella incredibile squadra sarebbe incommensurabile per tifosi e collezionisti. Ecco perché si aspettano cifre esorbitanti per la vendita della maglia di Magic. Secondo le prime stime, il prezzo finale a cui verrà battuto il prodotto si aggira intorno ai 150mila dollari. Magic indossò nello specifico quella casacca il 4 Agosto del 1992, durante i quarti di finale contro Porto Rico.

Inutile dire che la carriera di Johnson è stata una delle più sfolgoranti del panorama cestistico: tre MVP della stagione regolare, tre MVP delle finali, 5 anelli al dito più innumerevoli chiamate all’All-Star game.

Ora dopo aver concluso la sua esperienza ai Lakers all’interno della dirigenza dimettendosi, si sta occupando di altro. O commenta qualche episodio cestistico o viaggia in giro nel mondo. Difficile però pensare di non vederlo più in un’arena NBA: forse presto farà il suo ritorno in un’altra franchigia e magari anche in un ruolo diverso.

Francesco Catalano
fr.cata7@gmail.com
No Comments

Post A Comment