fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsDallas Mavericks Mavericks, Porzingis: “Ansioso di tornare a giocare, possiamo essere squadra pericolosa”

Mavericks, Porzingis: “Ansioso di tornare a giocare, possiamo essere squadra pericolosa”

di Gabriele Melina

I Dallas Mavericks si preparano alla ripresa delle operazioni NBA in quel di Orlando, pronti a schierare sul parquet il loro talentuoso e giovane duo europeo: Luka Doncic e Kristaps Porzingis. La franchigia del Texas si approccerà alla location “bolla” come settima posizionata della Western Conference, attraverso un record di 40 vittorie a fronte di 27 sconfitte. Nonostante il lungo periodo di astinenza dal gioco del basket, causa la rapida diffusione del Sars-CoV-2, il lungo lettone ha affermato di aver sfruttato questi mesi come un’occasione per migliorare le condizioni fisiche del suo corpo.

Porzingis ha affrontato, in precedenza, un periodo di riabilitazione di ben venti mesi a seguito di una rottura del tendine d’Achille. Ha quindi imparato, seppur in modo involontario, a muoversi con pazienza e costanza giorno dopo giorno, imparando così a conoscere meglio il proprio corpo:”Prima dell’inizio della stagione 2019\20, ho aggiunto un po’ di massa muscolare, ma, il compito più arduo, è stato quello di prendere confidenza con i movimenti sul campo. Ritengo che questo lungo periodo di riabilitazione mi abbia aiutato molto, ora so quale forma fisica devo raggiungere per poter competere ai massimi livelli“.

Il ventiquattrenne ha speso il suo periodo di isolamento dal virus in Lettonia. In tale regione del globo sono stati registrati 1122 casi positivi al COVID-19, e 30 decessi, situazione sicuramente meno allarmante rispetto a quella vissuta nelle scorse settimane sul suolo italiano, ed, ancora oggi, sul territorio statunitense. Tuttavia, nonostante il processo di rilassamento nel suo paese nativo, l’ex New York Knicks non ha mai distolto l’attenzione dal suo obiettivo principale: aiutare i Mavericks a raggiungere i playoffs, traguardo tagliato l’ultima volta nel 2016.

Mavericks, Porzingis: “Sono ansioso di ritornare a giocare, possiamo essere una squadra pericolosa”

Kristaps Porzingis ha dichiarato di essere in ottime condizioni, fisiche e mentali, pronto a ricongiungersi con la point-guard Doncic per ottenere successi concreti e degni di nota durante la corsa al titolo. I due si sono già allenati nelle strutture che la società ha messo loro a disposizione, pur sempre mantenendo le dovute distanze e limitando il numero di partecipanti ad otto persone. Tuttavia, entrambi sono consapevoli che ciò non basta per simulare il ritmo partita delle gare NBA, perciò rimanere concentrati sui propri obiettivi è il minimo che giocatori del loro calibro possano fare per “sopravvivere” durante questi giorni, in attesa che l’organizzazione e la lega diano il via per trasferirsi ad Orlando.

“Sapevo che se ci fosse stata una ripresa della stagione, allora dovevo farmi trovare pronto, e così ho fatto. Mi sento davvero bene, sia a livello fisico che mentale. Sono ansioso di ritornare a giocare, non vedo l’ora di scendere in campo e godermi un po’ di pallacanestro”.

Non è una sorpresa che gran parte dei possessi giocati nella metà campo offensiva passeranno dalle mani di Porzingis e Doncic. Il duo ha vissuto in questa stagione un alternarsi di momenti positivi e negativi dal punto di vista realizzativo, dovuti probabilmente all’ancora poca intesa tra i due. A partire dai prossimi mesi però, e specialmente nelle prossime annate, si apriranno per i due giocatori di stampo europeo tantissime opportunità di collaborazione sul campo, le quali faranno sicuramente maturare il rapporto tra la coppia all-star.

In un lasso di dodici incontri, a partire dal 31 di gennaio fino al 4 di marzo, Porzingis ha viaggiato ad una media di 27.8 punti, 11. 0 rimbalzi, 2.3 stoppate a gara ed il 50% dal campo. Per di più, sei delle nove doppie doppie realizzate dal lungo lettone in quel periodo sono state messe a referto in concomitanza con una prestazione da almeno 21 punti di Doncic.

Non vorrei spingermi molto avanti, ma, credo che con la nostra mentalità possiamo risultare una squadra pericolosa e sorprendere molte persone“, ha riportato Porzingis.

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi