fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Morte George Floyd, le parole di Michael Jordan

Morte George Floyd, le parole di Michael Jordan

di Michele Gibin

Anche Michael Jordan prende posizione dopo la morte di George Floyd, 46enne nero di Minneapolis deceduto a seguito di un arresto lo scorso 25 maggio. A causare la morte dell’uomo presumibilmente l’eccessiva violenza delle operazioni di fermo dell’agente di polizia Derek Chauvin, un bianco, che nei video amatoriali diventati virali viene ripreso tenere per 6 lunghi minuti un ginocchio premuto contro il collo della vittima, ammanettata e sdraiata ventre a terra sull’asfalto.

L’ennesimo episodio in America di presunto abuso di potere della polizia contro dei cittadini USA neri e disarmati, che ha provocato in tante città d’America una serie di proteste, anche violente.

Alle manifestazioni pacifiche come ad esempio quella di Atlanta, Georgia, di sabato, hanno partecipato alcuni atleti NBA come Jaylen Brown dei Boston Celtics e Malcolm Brogdon, guardia degli Indiana Pacers.

Michael Jordan: “Facciamo sentire la nostra voce”

Michael Jordan ha diffuso nella giornata di domenica un comunicato, in cui il 6 volte campione NBA si dice “arrabbiato e addolorato” dalla morte di George Floyd. “Sono profondamente arrabbiato e triste, posso sentire la grande rabbia e frustrazione di ognuno di voi. Io sono al fianco di coloro che stanno denunciando il razzismo e le violenze nei confronti delle persone di colore nel nostro paese. Ne abbiamo abbastanza“.

Io non possiedo tutte le risposte, ma la nostra voce collettiva mostra tutta la nostra forza, mostra quanto siamo indivisibili. Dobbiamo ascoltarci l’uno l’altro, avere compassione e non girarci dall’altra parte contro questa brutalità senza senso. Dobbiamo continuare a manifestare pacificamente contro le ingiustizie, e pretendere che chi ha sbagliato paghi. Con la nostra voce dobbiamo fare pressione ai nostri politici per cambiare le leggi, oppure usare il nostro voto per dare il via ad un cambiamento sistemico. Noi tutti dobbiamo sentire di essere parte della soluzione, ed insieme dobbiamo lavorare per garantire giustizia per tutti“.

Il mio pensiero alla famiglia di George Lloyd, ed a tutte quelle vite spezzate brutalmente da ogni atto di ingiustizia e razzismo. Michael Jordan“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi