Home NBA, National Basketball AssociationNBA News NBA, ci siamo: 22 squadre ad Orlando, 8 gare di regular season e play-in

NBA, ci siamo: 22 squadre ad Orlando, 8 gare di regular season e play-in

di Michele Gibin
stagione nba

Il board of governors della NBA si riunirà giovedì, e dovrà sancire il ritorno a fine luglio del basket NBA giocato e della stagione come da piani ad Orlando, Florida, nella sede del Walt Disney World Resort di Disney World.  Prima della riunioni sono stati resi noti alcuni punti chiave che il board approverà con ogni probabilità.

Come noto, saranno 22 le squadre che giocheranno ad Orlando. Saranno previste 8 partite di regular season (al momento dello stop dello scorso 12 marzo ne mancavano 18-20), ed un torneo di play-in da cui usciranno le due ottave teste di serie della griglia playoffs di Eastern e Western Conference.

NBA, come funziona il torneo di play-in

Il torneo di play-in dipenderà però dalla classifica finale della regular season, ovvero dopo le 8 gare. Se, per ogni conference, tra ottava e nona in classifica vi saranno più di 4 gare di differenza, l’ottava si guadagnerà di diritto l’accesso diretto ai playoffs.

Se invece ottava e nona in classifica saranno separate da meno di 4 gare, si effettuerà il torneo di play-in. Il formato del torneo prevederà una partita ad eliminazione secca se l’ottava squadra dovesse vincere, e una doppia sfida se fosse la nona a vincere “gara 1” e rimandare il discorso ad una “bella”.

Come riportato nella mattinata di mercoledì, alle 16 squadre oggi virtualmente ai playoffs si aggiungeranno Portland Trail Blazers, New Orleans Pelicans, San Antonio Spurs, Sacramento Kings,  Phoenix Suns e Washington Wizards.

Secondo Adrian Wojnarowski di ESPN, per la stagione 2019\20 gara 7 delle finali NBA sarà programmata per il 12 ottobre 2020, con la off-season (draft e free agency) che inizieranno subito dopo.

Come riportato da Shams Charania d The Athletic, la proposta della NBA è il frutto di un lavoro di settimane e di mediazione tra le squadre e gli addetti ai lavori.

Stagione NBA, quali squadre restano fuori?

Saranno 8 le squadre NBA che non dovrebbero prendere parte al finale di stagione, classifica alla mano. Di queste, 6 sono nella Eastern Conference (Hornets, Bulls, Knicks, Pistons, Hawks e Cavs) e Minnesota Timberwolves e Golden State Warriors per l’Ovest.

Per queste 8 squadre si profila una off-season davvero lunga. La NBA è ferma dallo scorso 12 marzo, e se il calendario del recupero di Orlando si protrarrà come sembra fino ad ottobre, questo rinvierà l’inizio della stagione 2020\21 almeno a dicembre. Un’ipotesi già presa in considerazione, almeno ufficiosamente, dalla NBA.

Tra i problemi logistici emersi nello studio della fattibilità dell’operazione Orlando, anche la possibilità di riconoscere alle squadre che ne avrebbero dovuto beneficiare di un vantaggio del fattore campo ai playoffs. Tra le proposte:

  • La squadra testa di serie ottiene il primo possesso del secondo, terzo e quarto periodo di gioco, mentre il primo è determinato dalla palla a due;
  • La squadra testa di serie può selezionare un giocatore che verrebbe espulso al settimo fallo, invece che al sesto;
  • L’allenatore della squadra testa di serie può sfruttare un ulteriore challenge;
  • La franchigia meglio piazzata può istallare il parquet della propria arena sul campo di Orlando;
  • Le squadre teste di serie potranno scegliere per prime l’hotel in cui alloggiare nel Disney World Resort di Orlando.

NBA: lottery ad agosto, draft ad ottobre

Il nuovo calendario dovrebbe imporre la lotteria che sceglierà l’ordine di scelta per le prime 15 squadre ad agosto, mentre il draft NBA 2020 si terranno con probabilità ad ottobre, a fine stagione.

Il coronavirus e le misure di forte distanziamento sociale e lockdown hanno impedito ad atleti e addetti ai lavori di partecipare al tradizionale draft combine di Chicago ed ai provini privati con le squadre, un elemento da tenere in considerazione in ottica draft. Combine che potrebbe essere recuperato però da qui ad ottobre.

You may also like

Lascia un commento