fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News NBA, familiari e ospiti dei giocatori nella bolla di Orlando: durante i playoffs sarà possibile

NBA, familiari e ospiti dei giocatori nella bolla di Orlando: durante i playoffs sarà possibile

di Francesco Schinea

La NBA e l’associazione giocatori hanno raggiunto un accordo che consentirà a familiari e ospiti di fare il proprio ingresso nella bolla di Orlando dopo il primo turno dei playoffs.

La notizia era nell’aria, ma cominciano ad arrivare i primi dettagli. Come riportato da Adrian Wojnarowski di ESPN, ogni giocatore sarà autorizzato ad invitare ad Orlando fino a 4 persone, anche se si potranno fare eccezioni a questo limite per i bambini.

La lega non darà eccessivi margini di libertà ai giocatori, a cui è stata comunicata una lista delle persone che non saranno ammesse nella bolla: “Qualsiasi individuo che il giocatore non ha mai incontrato di persona, o con cui ha avuto pochi contatti, per esempio perchè conosciuto attraverso i social media o un intermediario”. Insieme ad essi non saranno presenti neppure i professionisti come agenti, allenatori personali o tatuatori.

Anche i visitatori saranno ovviamente sottoposti ad un rigido protocollo di sicurezza dedito a limitare i contagi da Coronavirus, caratterizzato da numerosi test per accertare la negatività al virus. I diretti interessati potranno inoltre scegliere se sottoporsi ad una quarantena di tre giorni nella città in cui ha sede la franchigia, con ulteriori quattro giorni ad Orlando; oppure, dopo essere atterrati in Florida con un volo organizzato dalla squadra di riferimento, potranno trascorrere sette giorni di quarantena direttamente al campus di Disney World.

Ogni giocatore avrà diritto ad un biglietto a partita per i propri ospiti, più uno aggiuntivo per consentire anche ai bambini di fare il tifo sugli spalti.

L’arrivo degli ospiti sarà un momento fondamentale per portare a termine la stagione NBA, visto il grande lavoro fatto fin qui per annullare il numero di contagi nella bolla. Va comunque sottolineato come al momento siano presenti ben 22 squadre, mentre in corrispondenza dei nuovi arrivi il numero di franchigie rimanenti sarà 8, ovvero quelle che prenderanno parte al secondo turno della post-season.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi