fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsHouston Rockets NBA Playoffs: i Rockets stendono i Lakers, 36 per Harden: “Cuore batte altezza”

NBA Playoffs: i Rockets stendono i Lakers, 36 per Harden: “Cuore batte altezza”

di Dennis Izzo

Superba vittoria per gli Houston Rockets, che si impongono per 112-97 in gara 1 delle semifinali della Western Conference al cospetto dei Los Angeles Lakers. I gialloviola sembrano in grado di tenere testa ai texani, ma crollano nella seconda parte di gara e tornano a perdere dopo quattro successi consecutivi in questa post-season.

I Rockets, dal canto loro, riescono a esprimere il meglio del proprio potenziale e ad avere la meglio sulla squadra piazzatasi prima in regular season a Ovest, sopperendo alla mancanza di centimetri con grinta e carattere nella metà campo difensiva e scelte tanto ponderate quanto efficaci in quella offensiva. La battaglia a rimbalzo finisce in partita (41-41), grazie a un immenso P.J. Tucker (6 punti, 9 rimbalzi e 2 recuperi) che tiene testa a Anthony Davis e agli altri lunghi dei Lakers.

AD chiude la sua serata con una doppia doppia da 25 punti, 14 rimbalzi, 3 palle rubate e altrettante stoppate col 62.5% al tiro (10/16) e il 50% da tre (1/2), ma nel complesso non riesce a dominare come sa fare, venendo spesso arginato dai piccoli ma rapidi difensori dei Rockets. Gara a due facce per LeBron James, che mette a referto 20 punti, 8 rimbalzi, 7 assist e 2 stoppate col 47% dal campo (7/15), ma non va oltre il 29% dalla lunga distanza (2/7), fa registrare un plus/minus di -15 e chiude il quarto quarto con 0 punti.

“Loro sono velocissimi in transizione. Puoi guardare i loro filmati, ma devi affrontarli per capire davvero quello che sono in grado di fare. Offensivamente dovremo cercare di limitare le palle perse e svoltare completamente nella prossima partita.”, le parole di LeBron al termine di una partita in cui i Rockets hanno annichilito i suoi Lakers con un netto parziale di +14 (da 87-82 a 101-82) all’inizio del quarto quarto.

Rockets scatenati, nulla da fare per i Lakers

Gli altri due giocatori in doppia cifra per i californiani sono Danny Green (10 punti) e Alex Caruso (14 punti e 4 assist in 16’ in uscita dalla panchina), mentre il rientrante Rajon Rondo chiude la sua prima partita dal 10 marzo scorso con 8 punti, 3 rimbalzi, 4 assist, 2 recuperi e una stoppata. “Riguarderemo la partita e cercheremo di lavorare su quello che non ha funzionato. Dovremo fare meglio, lasciarci questa partita alle spalle e pensare a gara 2.”, il commento del coach dei Lakers Frank Vogel.

Tra le file dei Rockets, il miglior scorer è inevitabilmente James Harden, che fa registrare 36 punti, 2 rimbalzi, 5 assist, 2 palle recuperate e una stoppata col 60% dal campo (12/20) e il 50% da dietro l’arco (3/6). Dal punto di vista offensivo, il Barba riscatta ampiamente la prova incolore offerta nella vittoriosa gara-7 con gli Oklahoma City Thunder. Al suo fianco si fanno valere Russell Westbrook (24 punti, 9 rimbalzi e 6 assist), Eric Gordon (23 punti con 7/14 al tiro) e Austin Rivers (10 punti in appena 16’ in uscita dalla panchina).

“Non capisco perché la gente continui a dire che siamo piccoli. Non conta soltanto la statura, puoi essere anche alto più di 2 metri ma se non hai grinta e cuore non serve davvero a nulla.”, le parole di James Harden sul quintetto small dei suoi Rockets: con questo tipo di lineup, Houston ha battuto i Lakers in tre occasioni su tre nel corso di questa stagione.

Nella metà campo difensiva, oltre al già citato P.J. Tucker, uno dei migliori è Robert Covington, che dà il suo prezioso contributo alla causa con 6 punti, 7 rimbalzi, 2 assist, 4 recuperi e una stoppata col 67% dalla lunga distanza (2/3). “Nel secondo tempo la nostra difesa è stata ottima. Li abbiamo fatti sforzare per costruirsi ogni tiro e ogni canestro ed è quello che vogliamo fare.”, le dichiarazioni di coach Mike D’Antoni nel post partita.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi