fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News NBA Rising Stars Challenge: vince Team USA, Miles Bridges MVP

NBA Rising Stars Challenge: vince Team USA, Miles Bridges MVP

di Michele Gibin

Tante schiacciate e tanti sorrisi in campo per il primo evento dell’All-Star Weekend 2020 di Chicago, l’NBA Rising Stars Challenge tra i migliori giocatori NBA al primo e secondo, americani ed internazionali, e vittoria per il Team USA di Ja Morant, Trae Young e Zion Williamson.

MVP dell’esibizione è Miles Bridges, ala degli Charlotte Hornets che succede a Kyle Kuzma, grazie ai suoi 20 punti in 20 minuti. Eric Paschall dei Golden State Warriors e Collin Sexton dei Cleveland Cavaliers sono i migliori realizzatori per la squadra USA.

Zion Williamson chiude con 14 punti, e la potenza delle sue schiacciate è tale che, durante la pausa tra primo e secondo tempo, gli addetti dello United Center di Chicago sono costretti ad intervenire per riallineare il ferro di uno dei due canestri: “Non me ne ero accorto, i miei compagni mi hanno detto che ero stato io ma non credo“, scherza il rookie dei New Orleans Pelicans.

View this post on Instagram

🇺🇸 Grande spettacolo nella notte nella sfida tra Team USA e Team World. Vittoria agevole per gli statunitensi, grazie alle ottime prove di Miles Bridges (nominato MVP della gara), Williamson, Collin Sexton, Paschall ed il solito Trae Young. Nell'altro lato, sugli scudi Barrett, Clarke e Gilgeous-Alexander, anche se, come al solito nelle ultime competizioni, è prevalso più lo show e il divertimento che la competizione vera tra i due team. Il clou del weekend sarà da stasera in poi, con le gare di "specialità" singole di questo sabato e, dulcis in fundo, il grande match tra i migliori della Lega capitanati da Giannis Antetokounmpo e LeBron James. ° ° ° ° #nbapassion #allstargame2020 #teamworld #teamusa #nba #nbaseason

A post shared by NBA Passion (@nbapassion_com) on

Per Team World è R.J. Barrett dei New York Knicks il migliore in campo, con 27 punti in 24 minuti. Luka Doncic si limita a 16 punti con 5 assist, mentre riescono nella non facile impresa di tirare male anche al Rising Stars Challenge il canadese Nickeil Alexander-Walker dei New Orleans Pelicans (2 su 11), e Sviatoslav Mykhailiuk dei Detroit Pistons (2 su 12). Nicolò Melli, nelle atipiche vesti di “rookie” 29enne con alle spalle Final Four di Eurolega e partite con la nazionale italiana, resta in campo per 16 minuti e chiude con 3 punti e 5 rimbalzi.

41 le schiacciate in totale tra le due squadre, con Team USA che sigla il parziale decisivo nel terzo quarto (42-22). Bridges, l’MVP della partita, di è detto a fine gara orgoglioso della presenza di ben tre giocatori dei suoi Hornets in campo: “Io, Devonte’ (Graham, ndr) e P.J. (Washington, ndr) volevamo dimostrare chi siamo, cos’è Charlotte, e lo abbiamo fatto, giocare e vincere“.

Tra le altre prestazioni degne di nota, i 22 punti con 8 rimbalzi di Brandon Clarke dei Memphis Grizzlies, ed i 18 punti con 7 assist di Trae Young, star degli Atlanta Hawks che sarà impegnato assieme a Doncic nella partita dei “grandi” della domenica, l’All-Star Game 2020.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi