fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Riforme NBA: al vincitore del torneo di metà stagione una scelta extra al draft?

Riforme NBA: al vincitore del torneo di metà stagione una scelta extra al draft?

di Francesco Catalano

Continuano le proposte di riforme dell’attuale format della NBA portate avanti dall’associazione e dal commissioner Adam Silver. Sono principalmente tre i temi di discussione che sono sul piatto da un paio di mesi e che nelle ultime settimane stanno prendendo sempre più forma. La prima riguarda la riduzione delle partite di regular season che viene ritenuta da molti come troppo estesa e quindi estenuante. Questa interminabile regular season di 82 partite è anche la causa dei numerosi malumori che riguardano i tanti infortuni dei giocatori. Ma tale tema non è nemmeno avulso dal tanto discusso load management.

Perché un giocatore come Kawhi Leonard, di comune accordo col suo team, decide volontariamente di saltare alcune partite durante l’anno soprattutto una delle due del back-to-back? Per non consumare le energie e per mantenersi ancora fresco in vista dei ben più impegnativi playoffs. La scelta ha fatto tanto discutere, ma è una legittima decisione per evitare un’usura eccessiva del giocatore.

La proposta della NBA è quella di ridurre la regular season al numero di 78 partite. Non che cambi molto, ad essere sinceri, ma sarebbe comunque un passo in avanti. La seconda proposta prevede una rimodulazione del format dei playoffs, ma ancora in proposito c’è poco di concreto.

Riforme NBA: al vincitore del torneo di metà stagione una scelta extra al draft?

Invece, la terza possibile novità potrebbe essere qualcosa di tangibile. Si tratta di un torneo durante la stagione, nel periodo tra il giorno del Ringraziamento e Natale. Per rendere questa nuova competizione ancora più appetibile anche alle grandi franchigie, si sta pensando di inserire come premio al vincitore una scelta al primo turno nel draft successivo. Marc Stein del New York Times però fa chiarezza sulla situazione.

Tutti gli elementi del potenziale torneo in mezzo alla stagione della NBA rimane in discussione, ma un’idea proposta per incentivare le squadre ad affrontare la nuova competizione è premiare il vincitore del torneo con una scelta extra al draft

Ci sono però a riguardo ancora tante perplessità ed infatti la lega sta discutendo in modo serrato. Non mancano i dubbi anche riguardo a questa ipotetica scelta al primo giro come premio: le migliori squadre, avendo più possibilità di vincere, non andrebbero così a rinforzarsi oltremodo?

In ogni caso la proposta sta venendo valutata per la stagione 2020/21, quindi c’è ancora del tempo per presentare un’opzione valida e idonea. Una cosa è certa: nella NBA potrebbero cambiare tante cose.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi