fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsDenver Nuggets Nuggets KO in gara 4 e Michael Porter Jr si arrabbia: “Nel secondo tempo non ho visto palla…”

Nuggets KO in gara 4 e Michael Porter Jr si arrabbia: “Nel secondo tempo non ho visto palla…”

di Michele Gibin

Gara 4 delle semifinali della Western Conference tra Denver Nuggets e Los Angeles Clippers si è rivelata una delusione per la squadra del Colorado, piegata per 95-86 da Kawhi Leonard e compagni, ed ora sotto per 3-1 e a un passo dall’eliminazione.

Kawhi Leonard, una difesa concentrata e finalmente per coach Rivers la giusta intensità in campo sono stati sufficienti ai Clippers per controllare la partita. Il primo quarto finisce 26-12 per Los Angeles, e gara 4 è già in salita per i Nuggets. Jamal Murray fatica ancora al tiro e chiude con 18 punti e 7 assist, questa volta Denver riesce a tenere in equilibrio anche il numero di tiri liberi e Nikola Jokic chiude con 26 punti e 11 rimbalzi, ma non basta.

Nuggets KO in gara 4, Michael Porter Jr deluso: “Ci battiamo da soli”

E dopo la partita, tra i più delusi c’è Michael Porter Jr, che non nasconde le sue perplessità sul suo poco utilizzo nonostante i ben 34 minuti di gioco: Porter Jr termina la sua gara con 15 punti e 5 su 8 al tiro, tutti arrivati nel primo tempo di gioco. “Quali giochi usare e a chi affidare il pallone è una scelta che tocca agli allenatori, abbiamo deciso di andare da Jamal (Murray, ndr) e Nikola (Jokic, ndr), e loro sono due grandi giocatori. Ma per battere i Clippers dobbiamo coinvolgere di più altri giocatori in campo, dobbiamo muovere meglio il pallone. Non possiamo essere prevedibili contro di loro“.

Incalzato sul tema, Porter prosegue: “Nel secondo tempo? Non ho toccato palla, i Clippers non hanno fatto nulla di diverso dal solito“.

Se devo essere in campo e giocare tanti minuti, credo sia giusto sollevare questa questione“, ancora il rookie dei Nuggets “Parlerò con i coach, dirò loro che cosa ho visto in campo… i Clippers sanno che cosa vogliamo fare in attacco, e noi dobbiamo muovere di più la palla, abbiamo tanti giocatori che possono segnare (…) teniamo le squadra sotto i 100 punti ma ci stiamo battendo da soli, siamo troppo forti per segnare solo 83 punti (85 a fine gara, ndr), e questo è successo nelle ultime due partite. Meriti dei Clippers, ma non è una bella sensazione sapere che gli hai dato una mano“.

Murray e Jokic hanno preso 37 delle 68 conclusioni dei Nuggets, Porter Jr e Gary Harris gli altri due giocatori in doppia cifra per Denver mentre Paul Millsap resta in campo per soli 14 minuti. I Nuggets hanno chiuso con 9 su 28 al tiro da tre punti.

Coach Mike Malone ha parlato nel post gara del secondo tempo di Michael Porter Jr: “I Clippers sono riusciti a bloccarlo,  il nostro attacco si basa sul movimento di palla, sul cercare il passaggio extra e sulla fiducia nei compagni. I Clippers difendono bene e cambiano spesso, sono stati molto fisici. Porter? Ha fatto bene, è uno di quei giocatori da coinvolgere maggiormente“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi