fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsIndiana Pacers Pacers, si presenta Nate Bjorkgren: “Vedrete un gioco aggressivo e travolgente”

Pacers, si presenta Nate Bjorkgren: “Vedrete un gioco aggressivo e travolgente”

di Francesco Catalano

E’ tempo di presentazioni anche per Nate Bjorkgren come nuovo capo allenatore degli Indiana Pacers, dopo che in giornata ci sono state anche le presentazioni di Tyronn Lue e Stan Van Gundy rispettivamente sulle panchine di Los Angeles Clippers e New Orleans Pelicans.

Uno stile di gioco travolgente e aggressivo”. Queste sono state le prime parole del nuovo head coach di Indianapolis. Probabilmente musica per le orecchie del proprietario Kevin Pritchard che dopo lo sweep subito al primo turno dei playoffs per mano dei Miami Heat ha deciso di esonerare Nate McMillan.

McMillan non aveva svolto un cattivo lavoro: infatti, aveva chiuso la stagione regolare con un buon record (45 vittorie e 28 sconfitte). Ma in tre anni consecutivi di post-season, Indiana, sotto la sua guida, era uscita sempre al primo turno riuscendo a vincere solo una misera gara.

Lo stile di gioco troppo conservativo e prevedibile di McMillan sembra essere stata la causa del suo licenziamento e in discontinuità è stata fatta la scelta di Bjorkgren. Il matrimonio tra l’ex assistant coach di Nick Nurse e gli Indiana Pacers ha sorpreso anche gli addetti ai lavori. In pochi si aspettavano una scelta di questo tipo. Ma la volontà di Pritchard è stata proprio quella di cercare qualcosa di nuovo e propositivo che desse una scossa ad una franchigia che da anni sta accumulando tanto talento ma che sta facendo fatica a valorizzarlo ai playoffs.

Pacers, Bjorkgren: “In difesa ci saranno cambi continui”

“Saremo una bella squadra da vedere” ha detto Bjorkgren.Vedrete molto giropalla su entrambe le parti del campo. Vedrete giocate sul lato debole in fase offensiva e giocatori diversi trattare la palla. Vorremo avere tanti possessi, sfruttare bene la linea dei tre punti e anche i tiri dalla lunetta”. Poi ha continuato: “Il mio approccio in difesa prevede cambi continui, in qualsiasi tipo di circostanza”.

Insomma, a sentirlo così, sembra uno stile di gioco molto moderno, ovviamente che si ispira a quello di Nick Nurse. E’ sicuramente, però, un modo di stare in campo che non si confà quasi per nulla all’esperimento delle torri gemelle che i Pacers hanno sperimentato nella passata stagione. Anzi, con l’arrivo di Bjorkgren pare probabile l’addio di uno tra Myles Turner e Domantas Sabonis e se così sarà, quello che Indiana lascerà andare sarà sicuramente lo statunitense. Sarà interessante vedere anche la posizione che avrà Victor Oladipo all’interno delle gerarchie del nuovo head coach: è probabile che possa anche finire sul mercato ed essere così scambiato nella prossima finestra di mercato. Gli acquirenti non mancherebbero.

I Pacers sembrano quindi indirizzati a scommettere il loro futuro sul terzetto formato da Domantas Sabonis, Malcolm Brogdon e TJ Warren con tutto quello che gira attorno a loro. “Ho voluto fortemente questo lavoro per il talento presente nel gruppo” ha detto Bjorkgren. “Li ho conosciuti già nelle passate 24 ore ed è stato qualcosa di speciale: non vedo l’ora di vederli in campo e conoscerli ancora meglio”.

L’entusiasmo non manca di certo all’ex assistant coach dei Toronto Raptors. Anche la curiosità è tanta riguardo a questo nuovo corso che la franchigia di Indianapolis pare aver intrapreso: non ci resta che aspettare e vedere la filosofia di gioco di questo nuovo promettente allenatore.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi