Josh Richardson e l'addio a Miami: "È stata dura, ma ora voglio vincere con i Sixers"
145657
post-template-default,single,single-post,postid-145657,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Josh Richardson e l’addio a Miami: “È stata dura, ma ora voglio vincere con i Sixers”

Josh Richardson-Richardson rimane ai Miami Heat

Josh Richardson e l’addio a Miami: “È stata dura, ma ora voglio vincere con i Sixers”

Josh Richardson è stato tra i protagonisti dell’offseason NBA. Il venticinquenne è finito ai Philadelphia 76ers nell’ambito dell’operazione che ha visto approdare Jimmy Butler ai Miami Heat.

Il neo giocatore dei Sixers ha raccontato gli attimi che hanno seguito la notizia della sign-and-trade tra le due franchigie.

“È stata dura. Bam Adebayo era con me quando mi hanno dato la notizia”, ha detto Richardson. “Quando però ho guardato il roster con cui giocheremo la prossima stagione, mi sono entusiasmato. Abbiamo buone chance di far bene ad Est. Sono eccitato dalla possibilità di giocare per una contender”.

Josh Richardson ed il grande talento a disposizione di Philadelphia

Philadelphia è certamente tra le grandi favorite per la conquista del titolo NBA del prossimo anno, soprattutto grazie alla presenza minore competitività nella Eastern Conference.

Richardson è stato il miglior realizzatore degli Heat durante la scorsa stagione, ma potrebbe godere di minore importanza mediatica con la maglia dei 76ers, a causa della presenza in squadra di giocatori del calibro di Joel Embiid, Ben Simmons, Tobias Harris e Al Horford. La possibilità di diventare la quinta opzione offensiva del team non spaventa però Richardson.

“Non è proprio così – uno su cinque – non ha senso”, ha detto Richardson riguardo la possibilità che diventi la quinta opzione con Philadelphia. “Essere in grado di giocare con così tanto talento, è eccitante. Non puoi dare troppa attenzione ad un giocatore perché ne hai altri quattro che possono essere altrettanto pericolosi”.

La scorsa stagione è stata la migliore con la maglia degli Heat per il prodotto di Tennessee, capace di realizzare 16,6 punti, 3,6 rimbalzi e 4,1 assist in 73 partite disputate. Di certo Miami troverà sempre un posto nel cuore di Josh Richardson.

“Certo, i miei amici giocano ancora lì. Sarò come un tifoso degli Heat. Sarò un fan di Suns per Tyler Johnson. Sarò un fan di Clippers per Rodney McGruder. Sarò un tifoso di tutte le squadre in cui i miei giocano i miei amici, ma non quando dovrò affrontarli”.

 

Francesco Schinea
fschinea@gmail.com
No Comments

Post A Comment