fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsDetroit Pistons Pistons, Jackson fuori quattro settimane per infortunio alla schiena, pronto Rose

Pistons, Jackson fuori quattro settimane per infortunio alla schiena, pronto Rose

di Gabriele Melina

Reggie Jackson, point-guard titolare dei Detroit Pistons, sarà costretto a dover saltare quattro settimane di gioco, a causa di un infortunio nella zona lombare della schiena. Il prodotto di Boston College sarà rivalutato, ulteriormente, alla fine del periodo di stop previsto.

Per i Pistons, l’infortunio di Jackson è un’altra delle avversità di questo inizio di stagione: la squadra del Michigan deve ancora rivalutare le condizioni della star Blake Griffin, e quelle del rookie scelto con la chiamata numero quindici dell’ultimo draft, Sekou Doumbouya.

Le analisi effettuate dallo staff medico dei Detroit Pistons, hanno rivelato una “stress reaction” nella parte lombare della schiena del giocatore in questione. Ciò, significa, che alcune delle ossa nella zona interessata, possono essere a rischio frattura, essendo soggette ad un continuo sovraccarico e logoramento. Nella fase di infortunio che sta attraversando il ventinovenne, le ossa tendono a diventare sembra più deboli, senza l’avvenire di una effettiva rottura. Se, in tal caso, quest’ultima avvenisse, allora dovremmo far riferimento ad una “stress fracture“.

Ovviamente, Jackson ha già preso parte ad un percorso di riabilitazione, il quale dovrebbe portarlo ad una guarigione efficace.

In assenza di Jackson, in casa Pistons sarà Derrick Rose a dover fare quel salto di qualità, ricoprendo gli incarichi e i minuti della point-guard infortunata.

Sebbene questo compito non sia un gioco da ragazzi, l’MVP della stagione NBA 2010\11, che negli anni, vagando tra le panchine dei Cleveland Cavaliers e Minnesota Timberwolves, ha acquisito molta esperienza, sembra aver iniziato col piede giusto.

Difatti, l’ex giocatore dei Chicago Bulls ha dato inizio a questa stagione producendo una media, a serata, di circa 21 punti, accompagnati da 6.3 assist, il tutto in 25 minuti di gioco. In confronto invece, Reggie Jackson aveva prodotto, fino ad ora, solo 5 punti a partita, con uno scarso 20% da oltre l’arco.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi