fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Riforma regular season NBA, si procede? “Play-in e 78 partite stagionali”

Riforma regular season NBA, si procede? “Play-in e 78 partite stagionali”

di Michele Gibin

Come riportato da Adrian Wojnarowski e Zach Lowe di ESPN, la NBA e la NBPA (l’associazione giocatori) avrebbero aperto le trattative per la futura riduzione del numero delle partite e riforma della regular season, tramite l’introduzione di formule come tornei stagionali e play-in per l’accesso ai playoffs.

La proposta verterebbe attorno ad un numero di 78 partite di regular season (contro le 82 attuali), e soprattutto sulla futura introduzione di un turno di qualificazione ai playoffs sul modello delle Wild Card della NFL.

Proposte che il Commissioner Adam Silver aveva già illustrato a grandi linee nel febbraio scorso, e poi ancora a fine maggio. Nel modello proposto di play-in, ad affrontarsi sarebbero le quattro squadre piazzatesi tra il settimo ed il decimo posto in ciascuna delle due conference, con le due vincitrici del mini torneo (settima contro ottava, nona contro decima, e successive sfide incrociate) ad aggiudicarsi gli ultimi due accessi rimasti al tabellone principale.

La NBA vedrebbe come prima data ipotetica di adozione del nuovo modello almeno il 2022, la proposta dovrà passare però dal vaglio del “competition committee” della NBA, ed essere approvata dalla maggioranza delle squadre (almeno 23 sulle 30 esistenti).

La lega affronterà nei prossimi due anni alcuni cambi di regolamento il cui iter è già iniziato, come la cancellazione del limite di età per l’iscrizione al draft (la cosiddetta “one-and-done rule”) che permetterà di nuovo ai giocatori in uscita dal liceo di partecipare al draft NBA. Silver aveva inoltre “sponsorizzato” in passato la creazione di un torneo infra-stagionale, che potesse spezzare la monotonia della regular season. Dei play-in così strutturati ne sarebbero una delle possibili versioni.

Con l’introduzione dei play-in, il numero delle partite di stagione regolare scenderebbe automaticamente a 78, ma il nuovo formato prevederebbe un’ampia riforma del sistema della “lottery” con cui si assegnano gli ordini di scelta al draft di giugno (come considerare la decima squadra di una delle due conference, qualora questa battesse entrambe la none e ottava nel torneo di play-in? Quante “palline” dovrebbe avere nell’urna?).

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi