fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsHouston Rockets Rockets, Harden non si nasconde: “Vogliamo riportare il titolo NBA a Houston”

Rockets, Harden non si nasconde: “Vogliamo riportare il titolo NBA a Houston”

di Dennis Izzo

Dopo aver concluso la serie di amichevoli con un record di 2-1 (sconfitta contro i Toronto Raptors campioni in carica e vittorie contro i Memphis Grizzlies e i Boston Celtics), gli Houston Rockets si preparano a riprendere la regular season, dove occupano attualmente il sesto posto con un record di 40-24, lo stesso degli Oklahoma City Thunder quinti. Gli uomini di Mike D’Antoni, che tra febbraio e marzo hanno fatto registrare ben dieci successi in dodici gare, battendo squadre del calibro di Los Angeles Lakers, Utah Jazz e Boston Celtics, affronteranno questa notte i Dallas Mavericks (40-27) in un derby texano che si preannuncia spettacolare.

I Rockets, infatti, prima della sospensione non hanno affatto brillato, perdendo alcune partite contro squadre decisamente alla loro portata (New York Knicks, Charlotte Hornets e Orlando Magic), per poi ritrovare la vittoria soltanto nell’ultima gara prima della decisione di fermare a tempo indeterminato la stagione a causa della pandemia da Covid-19. Ecco perché nelle otto gare che separano le 22 squadre presenti nella bolla di Orlando dai playoffs, i Rockets cercheranno di mettere a tacere le critiche e fare il massimo possibile per arrivare pronti alla post-season.

I Rockets tornano in campo, Harden fissa l’obiettivo: “Opportunità per il titolo NBA”

Se il secondo posto in classifica difficilmente sfuggirà ai Clippers, i Rockets possono ancora puntare a piazzarsi tra le prime tre-quattro: il terzo posto dei Denver Nuggets (43-22) o il quarto degli Utah Jazz (42-23) sembrano obiettivi alla portata di Houston, che ha fiducia nei propri mezzi e ritiene che il record attuale non rispecchi il valore della squadra. I Rockets, infatti, hanno fatto parecchia fatica a trovare continuità: nella prima parte di stagione Westbrook non ha brillato e Gordon è stato spesso out per infortunio, nella seconda D’Antoni ha deciso di liberarsi di Capela per puntare su Covington e passare allo small ball per seguire il credo cestistico dell’ex Baffo e esaltare le qualità tecniche del sopracitato Westbrook.

Gran parte degli addetti ai lavori ritiene che i Rockets non abbiano le carte in regola per puntare al titolo, ma non è dello stesso avviso James Harden, che crede nel potenziale dei suoi compagni di squadra: “Vogliamo riportare il titolo a Houston. Nelle passate stagioni ci siamo spesso avvicinati all’obiettivo, ma ora abbiamo una concreta possibilità per riprovarci e riscattare le delusioni degli anni scorsi. Sappiamo bene che abbiamo tante cose da sistemare, ma la nostra intenzione è quella di riportare l’anello nella H-Town.”, ha dichiarato il Barba in conferenza stampa alla vigilia del match coi Mavericks.

L’MVP della stagione 2017\18 ha parlato anche degli avversari dei suoi Rockets, quei Mavs che hanno dimostrato di poter essere un ostacolo difficile da superare anche per le contender più in forma della lega. “Loro hanno uno dei migliori reparti offensivi della lega, la nostra difesa verrà sicuramente messa a dura prova. Dovremo fare molta attenzione e farci trovare pronti a rimbalzo.”, le parole del numero 13 dei Rockets, che quest’anno sta viaggiando a medie di 34.4 punti, 6.4 rimbalzi, 7.4 assist e 1.7 palle recuperate in 61 presenze e vede sempre più vicino il terzo titolo consecutivo di miglior scorer stagionale.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi