fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsHouston Rockets Rockets ko coi Blazers, Harden: “Abbiamo sprecato tante occasioni”

Rockets ko coi Blazers, Harden: “Abbiamo sprecato tante occasioni”

di Dennis Izzo

Prima sconfitta nella bolla di Orlando per gli Houston Rockets, che cadono per 110-102 al cospetto dei Portland Trail Blazers. Dopo i successi in rimonta con Dallas Mavericks e Milwaukee Bucks, gli uomini di D’Antoni erano chiamati ad approfittare della clamorosa sconfitta dei Los Angeles Clippers, battuti dai Phoenix Suns per 117-115 grazie a un buzzer beater di Devin Booker. La sfida con Portland, però, non era affatto semplice: i ragazzi di Terry Stotts, infatti, vogliono giocarsi la possibilità di approdare ai playoff dopo una prima parte di stagione da dimenticare.

I Rockets tirano abbastanza male (39% dal campo con 34/87 e 36% da dietro l’arco con 19/53), ma riescono a rimanere in partita fino alla fine. James Harden, condizionato da cinque falli commessi nei primi tre quarti, non va oltre quota 23 punti, 6 rimbalzi e 9 assist, mentre Russell Westbrook si ferma a 15 punti, 3 rimbalzi, 9 assist, 2 recuperi e una stoppata. Altra grande prestazione per Danuel House, autore di 17 punti, 4 rimbalzi, 3 assist e una stoppata col 43% al tiro (6/14) e il 40% dalla lunga distanza (4/10): il classe ’93 sta viaggiando a medie di 17.7 punti, 4.3 rimbalzi, 1.3 assist e una palla recuperata col 49% dal campo e il 47% da tre in quel di Orlando.

“Non ho potuto essere aggressivo come avrei voluto a causa dei falli. Abbiamo sbagliato tanti tiri non contestati che avrebbero potuto cambiare la partita.”, le parole di James Harden al termine della gara. Mike D’Antoni, invece, si sofferma sulla scarsa condizione: “Il nostro problema è che non siamo scesi in campo con l’atteggiamento giusto, non abbiamo avuto molta energia in difesa sin dall’inizio della partita.”

Rockets sconfitti dai Blazers, doppia doppia e tripla decisiva per l’ex Melo

Tra i migliori tra le file dei Rockets Jeff Green, che in uscita dalla panchina fa registrare ben 22 punti, 6 rimbalzi e un assist col 47% al tiro (7/15) e il 56% da dietro l’arco (5/9) in poco meno di 28′.  Grazie anche e soprattutto ai suoi canestri, i Rockets riescono a rimanere a contatto coi Blazers fino alla fine: a porre fine alle speranze di rimonta dei texani è una tripla di Carmelo Anthony che consegna la vittoria a Portland. Ironia della sorte, è proprio l’ex di turno, mai ambientatosi ai Rockets nella scorsa stagione, a punire Houston con la sua doppia doppia da 15 punti e 11 rimbalzi col 50% dalla lunga distanza (2/4).

“Non riesco a capire perché la gente si meravigli delle prestazioni di Carmelo. È un Hall of Famer e un ottimo compagno di squadra, da lui ci aspettiamo cose del genere.”, ha dichiarato Damian Lillard (21 punti, 9 rimbalzi, 8 assist e 2 recuperi per lui) in merito alla prova offerta da Melo. Dame ha poi parlato della corsa dei suoi verso un posto ai playoff: “Sappiamo cosa dobbiamo fare per centrare il nostro obiettivo e stiamo facendo del nostro meglio per arrivare ai playoff.”

A contribuire al successo finale dei Blazers sono anche i 20 punti con 7 rimbalzi e 5 assist da parte di C.J. McCollum, la doppia doppia da 18 punti, 19 rimbalzi e 3 stoppate di Jusuf Nurkic, 16 punti in uscita dalla panchina di Gary Trent Jr. e i 9 punti e 7 rimbalzi fatti registrare da Hassan Whiteside.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi