fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsHouston Rockets Rockets, Russell Westbrook salta la prima di pre-season, ci sarà in Cina

Rockets, Russell Westbrook salta la prima di pre-season, ci sarà in Cina

di Michele Gibin

I postumi dell’operazione al ginocchio di fine stagione di Russell Westbrook lo terranno fuori per la prima uscita stagione degli Houston Rockets, lunedì al Toyota Center contro gli Shanghai Sharks della CBA, la lega professionistica cinese.

Westbrook era finito sotto i ferri lo scorso aprile per un intervento di pulizia al ginocchio destro, che dal 2013 causa alcuni problemi all’ex giocatore degli Oklahoma City Thunder. Russell Westbrook potrebbe saltare almeno tutta la prima parte della pre-season dei Rockets a scopo precauzionale.

houston rockets media day

James Harden e Russell Westbrook

Non ha giocato per tutta l’estate e sta facendo riabilitazione” Così Mike D’Antoni “Non sappiamo ancora quante partite dovrà saltare, prima dovrà sostenere degli allenamenti completi, ha già incominciato, e si allenerà con la squadra quando saremo alle Hawaii (i Rockets sfideranno i Clippers a Honolulu giovedì, ndr). Diciamo che arrivati a questo punto, tornerà quando si sentirà di essere pronto“.

Russell Westbrook saltò anche lo scorso anno la pre-season e le prime partite di stagione regolare per intervento allo stesso ginocchio, cosa che il diretto interessato esclude possa ripetersi in questa stagione: “Ci sarò per la prima, nessun dubbio, mi sento molto bene“. Gli Houston Rockets saranno attesi tra l’8 ed il 10 ottobre in Cina per due match di pre-stagione contro i Toronto Raptors, ed il piano della squadra è quello di schierare il nuovo acquisto già per quella data.

James Harden: “Il mio step-back non è un’infrazione di passi”

In attesa di vedere – chissà – il suo temuto step-back su una sola gamba messo in mostra durante le partitelle estive, James Harden ha risposto ad alcune domande su come i suoi movimenti in campo, soprattutto il suo arresto e tiro in arretramento, siano spesso percepiti come infrazioni di passi dal pubblico.

Sono un po’ stanco di sentire questa storia” Risponde Harden “Da parte di allenatori, tifosi e d altri giocatori. Accettatelo e basta, perché ne vedrete ancora per un bel po’ (…) solo perché sembra strano o diverso non significa che non sia regolare: essere creativi significa questo, cambiare il gioco significa questo. Chissà, magari anche il vostro giocatore preferito inizierà a fare le stese cose“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi