fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Sixers, Ben Simmons torna ad allenarsi per la ripresa: “Sono pronto!”

Sixers, Ben Simmons torna ad allenarsi per la ripresa: “Sono pronto!”

di Giovanni Oriolo

Nella mattinata italiana sono state rese ufficiali le date per la ripresa della stagione NBA, la free agency, il draft e le ipotesi di inizio dell’annata successiva.

A metà giugno è previsto il rientro di tutti i giocatori nelle città in cui giocano per i primi allenamenti di squadra (che poi proseguiranno ad Orlando da inizio luglio). Nel frattempo gli atleti potranno lavorare individualmente in palestra o da casa.

Tra i ritorni sul parquet c’è da segnalare quello di Ben Simmons, che sul suo account Twitter, ha fatto sapere che da oggi riprenderà gli allenamenti nelle strutture dedicate ai giocatori dei 76ers. Il giocatore della franchigia della Pennsylvania si definisce “Pronto” alla ripresa.

Ben Simmons suona la carica su Twitter, ma quanto perdono i Sixers senza fattore campo ai playoffs?

I Sixers, prima della pausa, stavano vivendo una stagione decisamente inferiore rispetto le aspettative.

In casa la franchigia di Philadelphia deteneva un invidiabile record di 29-2, ma in trasferta ha raccolto solo 10 vittorie su 34 match disputati.

Simmons e compagni, quando si riprenderà a giocare, dovranno assolutamente cambiare rotta se non vorranno abbandonare la post-season prima del previsto.  In più, in questi playoffs, l’assenza del pubblico e la location fissa, azzererà l’effetto del fattore campo, che i Sixers al momento della sosta non avrebbero nemmeno avuto vista la loro sesta posizione a Est. Però, il dover giocare tutte e 7 le partite lontano dal caldo Wells Fago Center potrebbe pesare per i ragazzi di coach Brown più che per altre franchigie con fan base meno attive.

A favore dei 76ers c’è però il fatto che in questo periodo di pausa molti giocatori si sono potuti riprendere da piccoli acciacchi o vecchi infortuni. Infatti, a fine febbraio, Joel Embiid e Josh Richardson si erano fermati per via di un infortunio ad una spalla (il primo) e un problema muscolare (il secondo). Entramb erano rientrati per l’ultima partita giocata il 12 marzo. Più grave era il problema alla schiena di Simmons, il quale si era fermato solo qualche giorno prima, ma la permanenza ai box si prospettava ben più lunga.

Brown rivela i retroscena del terribile infortunio di Ben Simmons

In un intervista realizzata a metà maggio, coach Brett Brown parlò proprio dell’infortunio subito da Simmons durante una lotta a rimbalzo in allenamento.

Simmons provò a giocare la partita due giorni dopo contro i Bucks, ma dovette abbandonare il campo per il dolore già nel primo quarto. In un primo momento, infatti, il colpo preso dall’ex LSU non sembrava così grave come poi si è rivelato. Ecco le parole del coach dei Sixers di qualche settimana fa:

Per quelli di voi che ricordano la partita contro Milwaukee sanno che Ben ha dovuto lasciare il campo poco dopo l’inizio del match. Quello che è successo dopo a Ben è stato bruttissimo. Penso che ciò che ho visto sia stata la cosa più inquietante che ho accadere a un giocatore di basket. Ben, una volta uscito dal campo, è stato fatto sdraiare di schiena dai medici e mi ricordo che iniziò a vomitare a causa del forte dolore che sentiva. Per fortuna ora si è ripreso è stata molto meglio. Giorno dopo giorno è tornato in forma. Lo sforzo che ha fatto per tornare il prima possibile, dopo il brutto infortunio subito, è assolutamente da elogiare e applaudire. La professionalità e la disciplina che ha dimostrato Simmons non sono comuni a tutti. La sua ripresa potrebbe essere per noi l’unico lato positivo di questa terribile pandemia

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi